Morte di Ledger: la Casa Bianca rimanda discorso

G.W. Bush avrebbe dovuto tenere un discorso contro l’abuso di droghe che ha invece rimandato. «È un segno di rispetto, vogliamo evitare che il discorso venga strumentalizzato per la morte di Leadger»

La morte dell’attore Heath Ledger, apparentemente avvenuto per overdose, fa sentire il suo peso non solo nel mondo di Hollywood, ma addirittura fin dentro le mura della Casa Bianca. Lo staff del presidente George Bush ha fatto sapere con una nota di aver cancellato il discorso contro le droghe che era in programma per oggi. L’appuntamento è stato rimandato in segno di rispetto.

Le parole di Bush, infatti, avrebbero dovuto scagliarsi contro l’abuso di stupefacenti e per evitare che potesse essere fatto qualsiasi collegamento con la morte di Ledger il discorso è stato rimandato a data da destinarsi.

Il capo dell’ufficio stampa del presidente Dana Perino ha dichiarato: «Abbiamo pensato che sarebbe stato meglio postporre il discorso piuttosto che rischiare che qualcuno potesse usarlo strumentalmente contro la morte di Leadger.»

Ti suggeriamo anche  La Corte Suprema degli Stati Uniti dà ragione al pasticcere che non ha servito due sposi gay
Attualità

Omofobia, Pillon attacca la legge: “liberticida, orwelliana, con psicopolizia che vigilerà sul pensiero dei cittadini”

Il senatore leghista è tornato ad attaccare la nostra comunità, disegnando i lineamenti di un futuro catastrofico e distopico a causa della legge contro l'omobitranslesbofobia.

di Federico Boni