Chi è Lady Gaga

La donna più potente del mondo secondo “Forbes”, l’erede di Madonna secondo i critici musicali. “Mother monster” per i fan. Chi è davvero l’italo-americana Stefani Joanne Angelina Germanotta.

Con la sua partecipazione all’Europride l’istrionica Lady Gaga entrerà nella storia: una storia che, a soli 25 anni, sembra già aver costruito con scientifica precisione, arrivando a diventare in poco tempo una delle donne più influenti del pianeta. Saranno le sue veraci origini italiane -il vero nome è Stefani Joanne Angelina Germanotta, regalatole da papà Joseph, di origine palermitana, e da mamma Cinthyia, di origine veneziana -, sarà che è cresciuta nel Lower East Side di Manhattan, dove la creatività la respiri ad ogni angolo, ma Lady Gaga ha iniziato il suo percorso ad appena 4 anni.

La sua prima canzone risale a quando ne aveva 13, e a soli 17 è entrata nella prestigiosissima Tisch School of the Arts per studiare musica. Il fenomeno ‘Gaga’ non era però destinato a restare confinato alla musica in senso stretto: lo hanno capito subito i genitori, quando hanno scoperto che la figlia, andata via di casa appena compiuti i 18 anni, lavorava in un locale di ‘burlesque’ esibendosi a fianco di drag queen e spogliarellisti.

Bisessuale dichiarata, da sempre paladina dei diritti gay, a tal punto che alcuni mesi fa è scesa anche in piazza per chiedere l’abrogazione della legge Don’t ask, Don’t tell che vietava ai soldati americani gay o bisessuali di fare coming out, Stefani Joanne non si è risparmiata. Recentemente ha ammesso pubblicamente di aver fatto uso di stupefacenti durante il periodo in cui non era ancora famosa, da cui sarebbe uscita grazie all’aiuto del padre. "Non mi ha mai parlato della droga – ha raccontato l’artista – mi ha solo detto che, chiunque avrei incontrato in quelle condizioni, amante o amico, l’avrei sicuramente perso. Ha funzionato".

Ti suggeriamo anche  Lady Gaga: ecco il trailer ufficiale del documentario in arrivo domani su Netflix

Nonostante il talento musicale e l’indubbia capacità di essere ‘personaggio’, il successo di Lady Gaga è però qualcosa di più. Spessissimo identificata come l’erede di Madonna – ha scelto anche lo stesso albergo, il S. Regis, per il suo soggiorno romano – l’artista ha fatto nascere una storica diatriba tra i suoi fans e quelli della cantante. Che però Lady Gaga non sia solo l’icona del momento lo conferma il fatto che nel 2011 Forbes le ha assegnato il primo posto tra le celebrità più potenti del pianeta, ed è stata scelta quest’anno come nuova direttrice creativa dell’azienda fotografica Polaroid ed è contesa in ogni dove con ingaggi stellari. D’altro canto, l’essere sempre un passo ‘oltre’ le deriva dalla passione per la moda, che l’ha portata a diventare un’icona capace di creare e dettare le nuove tendenze che i giovani oggi seguono come leggi supreme. Parrucche colorate, occhiali di fogge mai viste, borchie e diamanti, eye liner, copricapi a forma di aragoste ma anche scollature vertiginose: il look Gaga impazza per le strade di ogni citta’ del mondo.

Nessun’artista perlatro era stata tanto studiata come fenomeno giovanile: nella Carolina del Sud, un professore ha creato un corso universitario apposito di ‘gagologia’ sull’artista dal titolo "Lady Gaga and the sociology of fame" ovvero "Lady Gaga e la sociologia della fama". La tesi di partenza è che al giorno d’oggi ci sia un nuovo modello femminile capace di imporsi all’attenzione del pubblico e dei media. E Lady Gaga ci riesce talmente bene che, stasera, tutti i riflettori sono puntati su di lei. Non solo per le stranezze da diva che, come da copione, la accompagnano (un enorme camper come camerino, gigli, orchidee, infusi d’erbe e una smobilitazione di forze di sicurezza stratosferico).