COME UN FLASH, ARRIVA LA TRAVESTITA DELLA PORTA ACCANTO

Intervista a ‘La Prohibida’: l’ unica data italiana della stagione, venerdì 6 Luglio al Bitsch, Milano.

Irresistibile, immediata, spesso geniale, sempre gentile, lontanissima da un’immagine sexy stupida. E’ la Prohibida: cantante, attrice, vedette molto conosciuta in Spagna e oggi, grazie a Internet, in tutto il mondo (una vera multilinguista!).

Difficile da catalogare per chi muore di pregiudizi (o di noia), un idolo pop …technopop… per tutti gli altri. E’ la sorpresa dell’estate, è travesti della porta accanto, è una donna che sa far divertire le donne. E che spiega molto bene cosa pensa della vita…

E’ contenta la Prohibida di venire in Italia?

Sì contentissima. Ho molti amici e gente che mi piace rivedere. Conosco bene l’Italia, ci ho vissuto tanti anni, è una parte di me. Ritornare ogni tanto mi aggiorna e mi fa passare la nostalgia.

Quanti giorni ci resta?

Solo due, perche d´estate si lavora parecchio e non ho molto tempo libero.

Cosa farà oltre a cantare?

Mangerò la pizza in compagnia degli amici e visiterò luoghi nascosti o meno evidenti come il tetto del Duomo di Milano dove mi farò

accarezzare dal vento e da quello che non è vento.

Cosa mangia la Prohibida per restare così bella?

Molta frutta, soia e te. Poco zucchero e niente latte. Mai fritti e niente salse. E’ un po’ noioso ma funziona.

E cosa piace di più alla Prohibida?

Ti suggeriamo anche  Eduardo è il primo bambino transgender a ottenere il nome che preferisce sui documenti ufficiali

Il melone, la pesca di Andalusia e il succo di pera fatto in casa col giaccio.

La Prohibida s’innamora?

Sí, e molto. Ma non ho ancora trovato l´uomo giusto… Vado da un fiore a un altro, come l´ape Maja.

Com’era la Prohibida da bambina?

Come un robot non sono mai stata bambina. Sono stata sempre cosi, fresca a stupenda. Ma appena mi impiantano il chip dei ricordi, vi racconterò tutto.

Dov’è nata la Prohibida? Dove abita la Prohibida? Ha vissuto sempre lì?

Nata in Andalusia (che sarebbe come la Calabria in Spagna). Abito a Madrid. Ho vissuto a Roma 10 anni, 1 anno a Rio de Janeiro da 10 a Madrid.

Dove va al mare la Prohibida?

Vado nel Mediterraneo, e dove ci sono le rocce, perché lì il mare e più bello e più azzurro. Vado di pomeriggio e resto finché va via il

sole: è l’ora che piu mi piace. A volte metto le lenzuola sulla sabbia e rimango fino a tardissimo con gli amici.

Qual è il colore di capelli preferito della Prohibida?

Dipende… Da qualche anno il biondo con le radici nere, ma non mi piace piu. Questo inverno cambierò, non ho ancora deciso. Forse divento mora, come Tura Satana.

Dove ha imparato a truccarsi la Prohibida?

Ho fatto un piccolo corso, di tre mesi, e ho imparato abbastanza. Ma è con la pratica che si impara molto, e dalle riviste.

Ti suggeriamo anche  Usa: la prima donna transgender candidata governatrice

Alla Prohibida piacciono i bambini? E la Prohibida piace ai bambini?

Sì, moltissimo, mi piacciono moltissimo, e ci vado molto d’accordo. E piaccio anche ai bambini. In Cile ho un gruppo di ammiratori piccoli abbastanza numeroso!, e allora ho dovuto fare un show alle 7 di sera per i minorenni, si è riempito il locale di ragazzi e ragazze

dai 10 fino ai 17 anni, e alcuni sono venuti coi genitori.  E’ stato molto bello, e anche molto naturale. Non ho dovuto modificare nessun atteggiamento. Con i bambini senti una cosa molto bella: la mancanza di pregiudizio.

Che lavoro "voleva fare da grande" la Prohibida?

Astronauta.

Porta sempre i tacchi alti, la Prohibida?

 

No, a volte porto le Converse, sportive, o scarpe basse. Il tacco alto non è l’unica alternativa.

Alla mamma della Prohibida piacciono i dischi della Prohibida?

Non molto, perché ha altri gusti musicali, ma credo non le dispiacciano.

Dove si può sapere di più sulla Prohibida?

myspace.com/soylaprohibida e il mio foto-diario, fotolog.com/laprohibida

Quali sono i prossimi progetti della Prohibida?

Il mio prossimo disco, che è bellissimo e uscirà a settembre, e qualche giorno di vacanza.

Vive una vita normale La Prohibida?

Sì, a parte i viaggi e le situazioni logiche di confronto travestito/società alle quali sono totalmente abituata.

di Paolo Rumi