Dan Reynolds degli Imagine Dragons, appassionato discorso rivolto ai giovani LGBTI

di

Gli Imagine Dragons hanno partecipato nel weekend al Love Loud Festival, manifestazione nata lo scorso anno per sostenere i giovani LGBTI.

CONDIVIDI
1.2k Condivisioni Facebook 1.2k Twitter Google WhatsApp
35381 1

30enne frontman degli Imagine Dragons, Dan Reynolds ha servito come missionario della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni per due anni, in Nebraska, è mormone e ha 3 figlie avute dall’ex moglie Aja Volkman.

Ma soprattutto, Dan Reynolds lotta dichiaratamente da anni al fianco della comunità LGBT, provando a dare un’immagine diversa dell’universo mormone, da sempre storicamente estremista, per quanto riguarda i nostri diritti. Ma Dan, come detto, è fatto di tutt’altra pasta.

Non a caso gli Imagine Dragons hanno partecipato nel weekend al Love Loud Festival allo Rice Eccles Stadium di Salt Lake City, nello Utah, manifestazione nata lo scorso anno per sostenere i giovani LGBTI.

“Sono stato appena informato che stasera abbiamo ufficialmente alzato il nostro obiettivo, raccogliendo oltre 1 milione di dollari (€ 858.000 £ 763.000)”, ha gridato entusiasta dal palco Reynolds. “Ci siete riusciti, stasera, venendo da ogni parte, coprendo qualsiasi ceto sociale e orientamento sessuale”. I soldi raccolti andranno direttamente ad associazioni di beneficenza LGBTI come il Trevor Project, la Tegan and Sara Foundation ed Encircle. Alla fine del loro concerto, Dan ha così esaltato la folla: “Abbiamo un’ultima canzone per te. Ti amiamo. Ai nostri giovani LGBTQ, dico di restare con noi ogni giorno. Abbiamo bisogno di te, ti amiamo e ti accettiamo. Il tuo amore è valido, è puro, è vero ed è bello. Siamo con te – Love Loud sarà qui. Pace, amore, uguaglianza – ci rivedremo presto“.

Realizzato da AT & T, il festival ha visto salire sul palco anche il CEO di Apple Tim Cook, Zedd, Mike Shinoda dei Linkin Park, Grace VanderWaal, Tyler Glenn dei Neon Trees, Cameron Esposito, Vagabon e A.W.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...