Happy Birthday Madonna: alla riscoperta dei suoi capolavori nascosti

di

Madonna Louise Veronica Ciccone compie 60 anni.

CONDIVIDI
404 Condivisioni Facebook 404 Twitter Google WhatsApp
8140 0

Sabato 16 agosto 1958 nasceva colei che sarebbe passata alla storia come la regina del pop. Madonna Louise Veronica Ciccone compie 60 anni e il regalo più cool vogliamo farglielo noi con questa raccolta di 10 brani, tra i più sottovalutati della sua discografia.

Photo Credits: Ellen Von Unwerth ©

Sessanta candeline su cui soffiare non sono poche e se a doverlo fare è qualcuno conosciuto universalmente con il nome di Madonna allora tutto diventa ancor più impegnativo. Un traguardo importante che la Queen of Pop ha scelto di celebrare anche attraverso le immagini, come cover star dell’ultimo Vogue Italia. Nel numero speciale che la rivista le dedica, Madonna si racconta in una lunga intervista ed è protagonista anche di altri scatti (in cui appare sia da sola che con le due figlie gemelle), tutti realizzati a Lisbona, città nella quale si è trasferita da qualche anno per stare vicina al figlio dodicenne David Banda, che gioca a calcio in una squadra locale.

Image Source: Facebook Madonna

Organizzare una festa all’altezza di un simile anniversario non è cosa semplice. Dopo il chiacchierato party dello scorso anno tenutosi nell’amata Puglia, il taglio della torta questa volta avverrà a Marrakech. Sede dell’evento dovrebbe essere il castello di Richard Branson, patron della Virgin e proprietario della Kasbah Tamadot, un maniero a picco su un canyon a pochi chilometri dalla città ocra. L’evento, che si prevede sarà riservato a una quarantina d’invitati, dovrebbe durare tre giorni. Cosa regalarle come simbolo del proprio amore? Lo scrittore hollywoodiano J. Randy Taraborrelli, che in passato ha scritto la biografia-bestseller Madonna: An Intimate Biography of an Icon, ha pensato a una versione aggiornata del libro. Il nuovo lavoro dedicato a Louise Veronica Ciccone si sofferma sugli ultimi 10 anni: dalla fine del matrimonio con Guy Ritchie alle recenti relazioni della diva con tanti ragazzi molto più giovani di lei. Se ci fosse qualcuno in difficoltà con la scelta del “presente” da farle, sulla sua pagina Facebook, Madonna ha pubblicato un lungo post in cui come regalo per il suo compleanno annuncia di aver aperto una raccolta fondi per i bambini del Malawi, il Paese africano da cui provengono i suoi 4 figli adottivi.

Il pensiero più apprezzato però è notoriamente quello più originale e inaspettato. Noi abbiamo optato per una raccolta dei suoi brani più sottovalutati. Perle nascoste della sua discografia che, ne siamo convinti, forse lei stessa amerebbe riscoprire proprio come piccoli pacchi regalo. 

1. Amazing

Un titolo che punta dritto al carnet di William Orbit. Una canzone per Guy Ritchie. E la spiegazione di Madonna a The Face ne è testimonianza: “Amazing parla di quando ami qualcuno che non vorresti amare. Sai che sei condannato, ma non riesci a frenarti, perché è incredibile. Insiame a Runaway Lover lo considero il mio pezzo sul genere ti-amo-ma-vaffanculo”. Vibrazioni sintetiche, archi e le note di una chitarra elettrica mescolano sensualità e ossessione.

2. Mer Girl

La traccia finale di Ray of Light potrebbe essere il pezzo più sorprendente mai registrato da Madonna. Mentre oscuri ronzii elettronici e bisbigli la circondano, la cantante recita un testo che suona come se fosse un incubo terrificante. Madonna scappa dalla sua casa e dalla sua “figlia che non dorme mai” e finisce in un cimitero sentendo l’odore di sua madre, della “sua carne che brucia e delle sue ossa che marciscono e del suo decomporsi”.

3. I’m Addicted

Paragonare l’amore alla dipendenza dalla droga è un cliché pop, ma Madonna riesce a trovare un originale chiave di lettura culminante nell’inno “M-D-N-A, M-D-N-A” che assomiglia pericolosamente a “M-D-M-A, M-D-M-A”.

4. I Want You

Nel 1995 Madonna realizza una cover del brano con la collaborazione dei Massive Attack, gruppo di spicco della scena trip-hop di allora, per la raccolta dedicata a Marvin Gaye intitolata Inner City Blues, e inserisce il brano nella raccolta di sue ballate Something to Remember uscita nello stesso anno. Di questo brano esiste un video girato in bianco e nero da Earle Sebastian.

5. Love Don’t Live Here Anymore

Il singolo originale è del gruppo musicale Rose Royce, pubblicato nel 1978. Nel 1984 Madonna ha realizzato una cover della canzone, all’interno dell’album Like a Virgin. Nel 1995 la canzone viene inserita nella raccolta di ballate Something to Remember in una versione definita “Piano mix”.

6. Where’s the Party

Contenuta nell’album True Blue fu estratta come singolo solo nelle Filippine. La canzone è stata inserita nel Who’s That Girl Tour e nel Blond Ambition Tour. Madonna e Stuart Price hanno campionato il ritornello per la canzone Music, inserita nel Confessions Tour (per l’occasione chiamata Music Inferno).

Guarda una storia
d'amore Viennese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...