Harry Styles con “Lights Up” nel Coming Out Day, il video ufficiale

Un videoclip inedito, boom di commenti sui social e palesi riferimenti gender fluid. Harry Styles inizia un nuovo capitolo artistico all’insegna della consapevolezza proprio nella Giornata Mondiale del Coming Out.

All’alba del Coming Out Day, Harry Styles ha rilasciato ufficialmente il suo nuovo singolo “Lights Up”. Una semplice coincidenza? Una dichiarazione d’intenti consapevole e calibrata? Il preludio di una nuova era per l’ex One Direction? Le domande potrebbero essere davvero molte, anzi è lo stesso cantautore britannico ad aggiungere altra carne al fuoco ponendone un’altra ancor più impegnativa: Do You Know Who You Are? La frase era già apparsa da tempo su una serie di cartelloni comparsi all’improvviso in giro per il mondo, indizi dalla potenza virale che lasciavano intuire il ritorno in scena della pop star. Oggi riappare nel testo del singolo “Lights Up” come a suscitare ulteriori interrogativi sul concetto di identità. Quella di Harry Styles sembrerebbe assumere contorni finalmente più chiari, i fan in particolare vogliono leggere in questo nuovo brano proprio un’ammissione d’identità, cercata e infine trovata, l’accettazione di una fluidità prima mistificata e oggi celebrata in chiave artistica.

Il video ufficiale di “Lights Up” in poche ore ha fatto boom di visualizzazioni su YouTube diventando anche trend topic su Twitter dove, tra centinaia di like e commenti, molti si interrogano sulla ragione di una release che arriva sul mercato in pieno Coming Out Day. «Harry Styles è passato da ragazzino insicuro e tormentato dal giudizio altrui a persona capace di abbracciare appieno la propria identità e credo piangerò», ha scritto un utente. «Il video di Lights Up è pieno di significati: Harry ha voluto accettare tutti i generi, tutti i colori, tutte le sessualità e, cosa più importante, ha voluto accettare se stesso», ha fatto eco un altro fan.
Il video comincia con un primo piano delle mani di Harry e dei suoi anelli, protagonisti anche di un suo chiacchieratissimo look all’ultimo Met Gala.

Poi una corsa in moto, un bagno (forse) iniziatico vestito di paillettes e una danza sensuale in mezzo a corpi semi nudi.

“All the lights couldn’t put out the dark / Running through my heart. Lights up and they know who you are / Do you know who you are?”

Ad affiancare il video anche un secondo progetto speciale. Un sito, o meglio, un generatore di complimenti personalizzati. Collegandosi a DoYouKnowWhoYouAre.com basta scrivere il proprio nome nell’apposito spazio, premere invio e aspettare che compaia il messaggio di risposta accompagnato dall’acronimo TPWK, ovvero Treat People With Kindness (tratta le persone con gentilezza) e la firma del venticinquenne. Il sito è stato messo online in occasione della Giornata Mondiale per la Salute Mentale (10 ottobre).

Il cantautore guida il cast anche della campagna della nuova fragranza dichiaratamente gender fluid di Gucci, Mémoire d’une Odeur. La famiglia immaginata da Alessandro Michele nello spot è un’unione di spiriti liberi che abbracciano la vita creando insieme un’eclettica e universale combinazione di anime. Una nuova era di consapevolezza è inequivocabilmente iniziata.