MADONNA, IL NUOVO CD IN ANTEPRIMA

Qx ha ascoltato per voi “Music”, il nuovo cd di Madonna. Che, va detto, ha fatto di nuovo centro. Ecco cosa vi aspetta…

Al primo ascolto viene da pensare niente di nuovo insomma nuovo produttore, qualche brano con William Orbit sullo stile “beautiful stranger” ma… pensiamo (e soprattutto qui si devono soffermare i nemici di Madonna), che sono 20 anni di musica e ci sono artisti che indovinata la formula non sono mai cambiati. Ok anche lei ha indovinato la formula ma è una formula che continua ad evolversi.

Se “Ray of light” rappresentava quello che nella dance music era successo fino al 1998, new age-technical beat-partydance con un po’ di esoterismo alla Ibiza !?, “Music” raccoglie tutti gli umori di questi ultimi due anni. La Francia, Air, Daftpunk, Laurent Garnier ma anche i momenti intimi del postparty e qualche vinile di Stevie Nicks…ci siamo, incontrato Mirwais ecco il nuovo cocktail esplosivo. “Music” è il nuovo ponte fra gli Stati Uniti e l’Europa…si apre con un omaggio ai ritmi sincopati che saranno futuro della nuova dance e sfodera un pezzo, già singolo, che rimarrà nel 2000 come “Holiday” è rimasto fino a ieri. “Hey dj put a record on…..music make the people come together. Nel nuovo disco troviamo canzoni dance godibilissime e arrangiate con un sapore tutto nuovo per i suoni elettronici delle drum machine, campionati alla Kraftwerk e perchè no voci filtrate alla Rockets.

Non c’è nessun pezzo che ti fa scatenare come “Ray of light(edit)” ma a questo ci penseranno i dj che nel prossimo futuro si troveranno fra le mani uno ad uno queste canzoni.

Ma si balla e si fa del camp con “Impressive instant”, si viaggia con “Amazing”, si fa reggae con “Nobody’s perfect”, si canticchia e si pensa che lei abbia sempre ragione con “Runaway lover”.

I testi sono più comprensibili e maturi rispetto agli altri album ma conservano quella caratteristica tipica dell’artista che è di fare affermazioni -statement in inglese- e imporsi a simbolo per più di una generazione…sono anche tristi e perchè no sensuali: “Paradise”.

Devo dire che la sorpresa di questo album sono pezzi come “I deserve it” e “Gone” ballate moderne che fanno pensare ad un viaggio folk del 2000, ad una Stevie Nicks rispolverata o ad una Courtney Love più intimista, ad una Madonna che guarda al suo passato seduta vicino al camino. E a tratti proprio questo pezzo sembra un arrivederci “…turn to stone, I’ll be gone before it happens…”, forse il pezzo più triste scritto dall’artista.

Mirwais, il nuovo produttore, firma questo album in maniera inconfondibile (ascoltate il suo Discoscience) e lascia qualche brano a William Orbit, grande genio, ma ripetitivo nei suoi suoni. Miss Ciccone ha indovinato, un nuovo album con solo W.Orbit sarebbe stato bellissimo ma niente di nuovo, allora vita nuova e look nuovo.

Ma quale sarà? Diciamo che dal video del nuovo singolo non si riesce ad indovinare insomma il cappello da cowboy è già stato visto abbastanza e così le lapdancer, voci trendy auspicano un ritorno al bonton Prada per i pezzi più lenti e un pò di hip-hop punkachic alla Versace per la dance. Staremo a vedere.

Da parte di un NON FAN sono costretto ad ammettere che questa signora è un genio, forse un genio nell’usare le idee già sgamate dal trendy, ma un genio comunque.

music-impressive instant-runaway lover-Ideserve it-amazing-nobody’s perfect-don’t tell me-what it feels like for a girl-paradise-gone- ENJOY!!!

di Dirty Max