Madonna scagionata in Russia, non fece propaganda gay

Nove persone avevano presentato richiesta di 10 milioni di dollari di risarcimento danni morali dopo la sua “propaganda omosessuale”. La pop star è stata scagionata da ogni accusa.

La Corte distrettuale Moskovsky di San Pietroburgo ha respinto una querela che era stata presentata contro Madonna per aver infranto la legge che vieta la "propaganda omosessuale" scagionandola da ogni accusa. "Le azioni di Madonna erano state pianificate e finalizzate a una visione distorta delle relazioni personali", era il testo della denuncia per cui si chiedevano dieci milioni di dollari di danni.