Musica: cantante ‘lesbo-friendly’ vince l’Eurofestival

È stato vinto dalla serba Marija Šerifović l’Eurovision Song Contest, da noi più semplicemente noto come Eurofestival. E al secondo posto di è piazzata una drag queen ucraina.

HELSINKI – Trionfo a sorpresa di una giovane cantante della Serbia (non apertamente ‘out’ ma molto lesbo nel look e atteggiamenti), che ha stravinto il festival musicale Eurovision Song Contest con il brano “Molitva” (preghiera). L’interpretazione di Marija Šerifović – che è figlia d’arte, anche la madre è una nota cantante – è stata di gran lunga la più votata dai telespettatori, stimati in oltre 100 milioni, nei 24 paesi europei che hanno partecipato all’edizione di quest’anno, che si è tenuta nella capitale finlandese e alla quale l’Italia, come già avviene da qualche anno, non ha partecipato. In Serbia la risonanza dell’evento è stata tale che migliaia di persone sono scese in piazza a celebrare la vittoria della Serifovic, che ha ricevuto le congratulazioni anche del presidente Boris Tadic.

Anche il primo ministro Vojislav Kostunica le ha inviato un messaggio di congratulazioni, dicendo di essere orgoglioso del successo a nome di tutta la Serbia. Circa trentamila persone le hanno poi dato il ‘bentornata a casa’ quando la cantante è rientrata in patria dalla Finlandia. Secondo l’agenzia Reuters la vittoria della cantante ha rinvigorito non solo l’orgoglio serbo ma anche quello “della piccola e maltrattata comunità gay, che ha celebrato l’esibizione a tinte lesbo-chic come una rara occasione di visibilità in un paese cristiano ortodosso molto conservatore.” Da segnalare l’alto quoziente ‘queer’ dell’edizione di quest’anno, visto che seconda classificata è risultata essere la drag queen ucraina Verka Serdyuchka. (Roberto Taddeucci)