Repubblica: “Madonna il 14 giugno a Milano”

Anche se non c’è ancora il nuovo album, secondo il quotidiano sarebbero già stati fissati la data e il luogo del prossimo concerto in Italia di Madonna. L’appuntamento sarebbe il 14 giugno a Milano.

Fra gli appuntamenti musicali che vale già la pena segnarsi sul calendario – per chi già ha appeso al muro uno del 2012 – ci sarebbe anche il prossimo concerto di Madonna. Non all’estero, sia chiaro, ma qua in Italia, patria natale dei nonni nella quale Lady Ciccone tornerebbe dopo tre anni. Era il 2009, infatti, quando la Queen of pop arrivò in Italia per il suo Sticky & Sweet Tour.

Il nuovo appuntamento, secondo quanto riporta Repubblica a cui va il merito di aver dato la notizia prima di tutti, anche fuori dai confini nazionali, sarebbe per il 14 giugno a Milano, e precisamente allo stadio San Siro. Della data del concerto in realtà non c’è traccia da nessuna parte, nemmeno sotto forma di rumors sui siti dei fan club che infatti sono scettici su quanto riportato dal quotidiano. Ancora più strano che la notizia venga data nell’inserto della cronaca locale di Milano, a pagina 13, nella parte riservata agli spettacoli a non, come sarebbe stato più logico, nella sezione nazionale di Repubblica riservata ai concerti. Che in prima pagina si sia voluto ignorare l’evento appare quantomeno strano, ma tant’è.

Se venisse confermata la notizia, dunque, Madonna arriverebbe con il tour del nuovo album, il dodicesimo, ad oggi ancora in lavorazione a New York e al quale si è dedicata dopo l’esperienza da regista che l’ha portata fino a Venezia. Il mistero sulla nuova produzione è fitto e impenetrabile, a prova di indiscrezioni. Si conosce soltanto il nome del produttore, il noto William Orbit, già collaboratore di Madonna ai tempi di Ray of Light. Il nuovo lavoro dovrebbe vedere la luce in primavera, mentre il primo singolo potrebbe debuttare a gennaio 2012: teatro del lancio sarebbe il sempre ambito spazio nell’intervallo del Superbowl della NFL.

Ti suggeriamo anche  Milano, vittoria per la coppia gay: tribunale ordina la trascrizione dell'atto di nascita