SIGUR ROS, ORIGINALITÀ LIVE

di

Il gruppo islandese, che si è fatto conoscere con un video gay-frienldy, sarà in concerto a Prato martedì 24 giugno.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1118 0

PRATO – La critica li ha definiti “i nuovi Pink Floyd” e Thom Yorke li ha personalmente invitati ad aprire i recenti concerti dei Radiohead. E in più si sono caratterizzati con un video molto gay-driendly che ha conquistato i telespettatori di tutta Europa. Sono i Sigur Ros, gruppo islandese (compatrioti di Bjork) che sarà martedì 24 giugno in concerto a Prato.

I Sigur Rós sono quattro ragazzi di Reykjavik: Jon Thor Birgisson il chitarrista/cantante, Georg Holm il bassista, Agust il batterista e Orri Pall Dyrason e Kjartan Sveinsson alle tastiere. Suonano insieme dal 1994 e, in Islanda, il paese di Bjork e dei Gus Gus (grazie ai quali hanno suonato per la prima volta dal vivo, qualche anno fa), sono stati primi in classifica con il loro disco, AGAETIS BYRJIUN. Il primo disco “Von” è stato pubblicato solo in Islanda dall’etichetta dei Sigur Rós, la Smekkleysa.

La loro musica è un perfetto ritratto dei magnifici paesaggi d’Islanda, con atmosfere rallentate, arrangiamenti orchestrali e trame minimaliste, su cui spicca l’originalissimo stile vocale di Birgisson, una sorta di farsetto con testi di una lingua completamente inventata.

L’ultimo disco porta come titolo semplicemente due parentesi – ( ) – e contiene otto canzoni, anche queste senza nome: tutto materiale tratto dal live set che il gruppo ha sviluppato nel corso degli ultimi tre anni. La band sta cambiando, e questo è quello che traspare subito da questo strano e incredibile disco. Quello che resta è la loro grande capacità di trasformare in musica le emozioni più profonde. Come nel passato, il cantante Jonsi Thor Birgisson usa la propria voce come un qualsiasi strumento. Il booklet raccoglie dei disegni sottili e nessun testo, l’ascoltatore è invitato a scrivere o disegnare le proprie interpretazioni delle parti vocali e a inviarle poi al sito della band. L’idea è di leggere poi gli scritti attraverso un particolare programma di computer: una volta capito quali siano le parole più usate, quelle “diventeranno” le liriche.

Assessorato alla Cultura del Comune di Prato
Presenta
Pratoestate 2003 Festival
^SSIGUR RÒS^s
in concerto
Martedì 24 giugno – ore 21.30
Anfiteatro Museo Pecci
ingresso 15.00 euro

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...