Bermuda, la Corte Suprema legalizza il matrimonio tra persone dello stesso sesso

di

La Corte Suprema ha sentenziato che Winston Godwin e l'amato Greg DeRoche potranno sposarsi alle Bermuda. Legalizzando di fatto il matrimonio LGBT.

bermuda
CONDIVIDI
323 Condivisioni Facebook 323 Twitter Google WhatsApp
7368 2

La Corte Suprema delle Bermuda, arcipelago britannico che comprende circa trecento isolotti corallini, ha finalmente legalizzato il matrimonio egualitario. Una lunga battaglia portata avanti da Winston Godwin e dal suo fidanzato canadese Greg DeRoche, che hanno giustamente preteso il diritto di sposarsi sul territorio dell’sola britannica dopo aver ricevuto un discriminatorio rifiuto. Vincendo.

Charles-Etta Simmons, giudice di Puisne, ha sentenziato che ‘l’attuale legge discrimina le coppie dello stesso sesso, escludendole dal matrimonio. Per quanto riguarda i fatti, i ricorrenti sono stati discriminati sulla base del loro orientamento sessuale quando il cancelliere ha rifiutato loro di procedere alla notifica del matrimonio previsto‘.

Le autorità locali avevano infatti ritenuto irriconoscibile il rapporto d’amore tra Godwin e DeRoche, oggi finalmente liberi di sposarsi. Entro pochi giorni la sentenza sarà eseguibile e i due potranno giurarsi amore eterno. ‘Questo è un momento che non dimenticheremo mai‘, ha commentato Godwin una volta ricevuta la lieta notizia, per un Paese che solo lo scorso anno aveva ampiamente rifiutato il matrimonio LGBT con un referendum popolare. Il 69% dei votanti dissero di ‘no’ al matrimonio omosessuale, contro il 31% dei favorevoli. Referendum non valido, però, non avendo raggiunto almeno il 50% degli aventi diritti al voto, con solo 20.804 partecipanti su 44.367.

Fino al 1994 il sesso consensuale tra uomini era reato, alle Bermuda, mentre da oggi ci si può sposare ed è illegale discriminare sulla base dell’orientamento sessuale.

Leggi   Bermuda, la legge che cancellava il matrimonio egualitario è incostituzionale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...