Brian Sims, sarà lui il primo presidente dichiaratamente gay degli Stati Uniti d’America?

di

Sex symbol della politica americana, Brian Sims sogna un presidente dichiaratamente gay alla Casa Bianca.

CONDIVIDI
1.7k Condivisioni Facebook 1.7k Twitter Google WhatsApp
30122 1

39enne avvocato e attivista per i diritti civili, Brian K. Sims è diventato nel 2012 il primo politico apertamente omosessuale nella Storia della Pennsylvania.

Rieletto alla Camera dei rappresentanti dello Stato nel 2016, Sims ha ora un sogno: portare alla Casa Bianca il primo Presidente degli Stati Uniti d’America dichiaratamente omosessuale. Democratico e tornato single dopo 4 anni d’amore, il fascinoso Sims ne ha parlato con il sito Queerty.

Innanzitutto, non mi vedo come un sex symbol della politica. Vorrei che tutti si sentissero attraenti. Non mi dispiace che le persone mi trovino attraente, ma le donne hanno avuto datori di lavoro che le hanno licenziate per tutta la loro vita solo e soltanto perché considerate attraenti, in quanto oggetti sessuali“.

Brian, parole sue, non punta alla Casa Bianca, ma vorrebbe contribuire a portare un omosessuale dichiarato sullo scranno della più alta carica politica del Paese.

Non voglio diventare Presidente, ma vorrei aiutare una persona dichiaratamente gay ad essere eletta”. “Credo che Trump sia la persona più dolorosamente non qualificata per essere Presidente”. “Il suo livello di bigottismo e omofobia e transfobia e xenofobia è incredibile”. “Penso che sia un mostro“.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...