Cori omofobi durante la partita, tifosi banditi dallo stadio

di

Il portiere dei Seattle Sounders travolto dagli insulti omofobi ad ogni rinvio. Intervengono società e Lega calcio americana.

CONDIVIDI
59 Condivisioni Facebook 59 Twitter Google WhatsApp
2833 0

L’omofobia non deve essere più accettata anche nel calcio, sport da sempre particolarmente ostile all’inclusione LGBT.

Una verità ribadita nel fine settimana negli Stati Uniti d’America, quando dei cori omofobi hanno travolto il portiere dei Seattle Sounders Stefan Frei ad ogni suo rinvio. ‘Puto’, ovvero ‘frocio‘, gli ha urlato la curva del Los Angeles Football Club ad ogni calcio dato al pallone, scatenando la reazione della dirigenza e della Major League Soccer. Don Garber, commissario della MLS, ha dichiarato al Los Angeles Times:

“Non siamo solo preoccupati per tutto questo, ma è anche una sfida a tutto ciò che noi rappresentiamo.”

Il proprietario del LAFC, Tom Penn, ex dirigente della NBA, ha rilasciato una dichiarazione congiunta con il presidente della 3252 Independent Supporters Union e ha annunciato come chiunque abbia partecipato al coro di insulti omofobi verrà bandito dallo stadio. Grazie alle telecamere di sicurezza, infatti, non si scappa. Jim Buzinski, co-fondatore della rivista sportiva LGBT Outsports, ha affrontato il problema rimarcando come ci debba essere “tolleranza zero” nei confronti dei cori omofobi nel mondo del calcio.

Leggi   Russia, tentano di bloccare l'apertura della Diversity House per i tifosi LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...