Mario Adinolfi, ‘Milly Carlucci crolla negli ascolti a causa dei diktat della lobby Lgbt’ – ma i dati Auditel dicono altro

di

Mario Adinolfi cavalca i dati Auditel per attaccare la fantomatica 'ideologia gender', che a suo dire avrebbe portato la Rai a perdere la sfida del sabato sera con...

CONDIVIDI
361 Condivisioni Facebook 361 Twitter Google WhatsApp
13229 1

La prima puntata di Ballando con le Stelle è scivolata via senza troppi scossoni, con l’annunciato ballo tra Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro andato in onda a pochi minuti dalla mezzanotte.

A vincere la sfida Auditel è stata però Maria De Filippi, regina Mediaset e del sabato sera. L’ottava puntata di C’è posta per Te è stata vista da 5.516.000 spettatori, pari al 27.5% di share, mentre la prima puntata di Ballando si è fermata a quota 4.205.000 spettatori, con il 20.4% di share. Immancabile, e come al suo solito fuori luogo e ricco di menzogne, l’attacco di Mario Adinolfi, che si era precedentemente scagliato contro il programma Rai per la scelta di far ballare Ciacci con un uomo.

Milly Carlucci travolta negli ascolti da Maria De Filippi (27 a 20). Evidentemente puntare su una bella coppia di giovani agli italiani piace di più che mettere in scena ridicoli balletti uomo-uomo. Stare proni ai diktat della lobby Lgbt pure nello show per famiglie del sabato sera su Raiuno non porta bene e la Carlucci fa la fine di Renzi, più o meno la percentuale del crollo è la stessa. E Belen ancora una volta travolge la prosopopea di Selvaggia Lucarelli. Che ci ha insultati e noi non abbiamo risposto. La risposta l’hanno data le famiglie italiane. Cambiando canale davanti alla colossale mancanza di rispetto di Raiuno nei confronti dei più elementari criteri di rispetto della sensibilità di un pubblico fatto di famiglie che pagano il canone per non ritrovarsi nel salotto di casa l’ideologia gender a farla da padrona“.

Puri e semplici deliri da parte di chi ha fatto lo 0,6% alle ultime elezioni, beccandosi anche un vaffa social dalla giurata Lucarelli. Dati alla mano, la prima puntata di Ballando 2018 ha fatto meglio della prima puntata di Ballando 2017, quando furono 4.008.000 i telespettatori davanti alla tv, con il 19,13% di share. Milly Carlucci, parola dell’Auditel, è quindi cresciuta rispetto a 12 mesi fa dell’1% di share e di circa 200.000 telespettatori. La puntata di C’è posta per te con la divorziata Belen e Andrea Iannone, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti (in drag, nel caso in cui Adinolfi non l’avesse capito), è stata invece tra le meno viste di questo 2018, dopo quella di sabato scorso.  E’ chiaro come il leader del Popolo della Famiglia abbia ancora una volta, per l’ennesima volta, gratuitamente dato fiato alla bocca.

Leggi   Salah incontra il leader ceceno Kadyrov prima del Mondiale, bufera sull'ex romanista
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...