Dal crimine al matrimonio gay per Genny Savastano di Gomorra

di

Salvatore Esposito, l'attore noto per la serie crime di Sky, torna al cinema con dei panni molto diversi.

gomorra
CONDIVIDI
534 Condivisioni Facebook 534 Twitter Google WhatsApp
28928 0

Pochi giorni di attesa per avere in sala ‘Puoi baciare lo sposo’ la commedia sulle nozze gay con la star di Gomorra.

Basterebbe già dire che finalmente la commedia italiana si adegua ai tempi, speriamo, e punta l’indice su stereotipi e pregiudizi che ancora ostacolano l’amore gay in Italia. A suscitare ancor più curiosità però è Salvatore Esposito, il Genny Savastano di Gomorra, che nella pellicola di Alessandro Genovesi si cimenta con un ruolo gay.

Osannato per il suo personaggio tutto crimine, criniere improbabili e napoletano stretto, in ‘Puoi baciare lo sposo’ Esposito sarà al fianco di nomi illustri della commedia italiana come Diego Abatantuono, Monica Guerritore e Antonio Catania.

La storia è quella di Antonio e Paolo, interpretato appunto da Esposito, una coppia gay italiana che convive a Berlino. Quando però i due decidono finalmente di convolare a nozze devono tornare in Italia per coinvolgere le famiglie. E qui cominciano i grattacapi, perché, come recita la battuta simbolo del film, “So’ tutti bravi a fare i gay a Berlino”.

Nel cast anche Enzo Miccio, Dino Abbrescia, Diana Del Bufalo e Rosaria D’Urso. Contrariamente a dei poco fortunati e superficiali precedenti, stavolta i presupposti per fare una commedia non denigratoria dei gay sembrano esserci tutti: la stesura del copione infatti è stata supportata da Diversity, l’associazione fondata da Francesca Vecchioni che si occupa di rappresentazione responsabile delle persone LGBT sui media.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...