Sandra Milo: “Silvio, lascia in pace le unioni civili e pensa alle adozioni!”

di

Da stasera sarà nei cinema con il nuovo film di Gabriele Muccino, ma ora Sandra Milo è tutta per noi e si toglie qualche sassolino dalle scarpe.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
7637 0

PAGINA

Lei, nella sua vita, ha fatto di tutto…

Davvero, non mi sono mai risparmiata. Tv, cinema, teatro, foto. 

Anche L’Isola dei Famosi se per questo…

Mamma mia!

sandra milo

Dica la verità: col senno di poi se ne pentì?

Ma scherza? È stata una delle esperienze più belle di tutta la mia vita. Forse addirittura la più bella. Se si potesse la consiglierei davvero a tutti. In quel contesto mi sono messa in discussione come non ho fatto mai. Ho capito quanta forza avessi, ho finalmente scoperto i miei limiti, li ho affrontati, ho capito quanto fossi corruttibile e soprattutto ho conosciuto la vera Sandra.

E chi è la vera Sandra?

Una donna molto fortunata che ama se stessa, ma anche gli altri.

Piace molto alle donne, ma anche ai gay. Si è mai chiesta il perché?

Perché non sono una donna complicata. Sono un’amica, una complice, o più semplicemente una persona autentica.

Sarebbe favorevole alle adozioni alle coppie dello stesso sesso?

Faccio fatica a capire perché se ne debba ancora parlare, senza portare a termine una legge che preveda un atto d’amore come questo.

E pensare che Berlusconi, in questi giorni, promette di mettere mano sulle unioni civili… 

(Ride, ndr) Non ci credo! Ma come può dire una cosa del genere? Si deve tornare indietro quando si sbaglia e non quando si fanno passi in avanti. Le unioni civili riguardano tutti ed è una vittoria per l’intera umanità. Qui si deve guardare verso il futuro e pensare subito a tutti quei bambini abbandonati e a quelli che arrivano, da situazioni assurde, ogni giorno. Non dimentichiamoci mai che i bambini sono di chi li cresce e per crescerli servono solo due cose: cuore e cervello.

Tra poco si tornerà al voto. Lei si recherà a votare?

No, mi dispiace, ma io non voto più. Nessuno ha più potere, c’è sempre meno conoscenza della materia politica e onestamente non saprei neanche chi votare. Per un certo periodo provavo stima ed ammirazione nei confronti di Renzi, invece ora lo vedo troppo ‘isolato’. 

Come scusi?

È sicuramente una brava persona ed avrà sicuramente ragione con le battaglie che porta avanti, ma uno che non riesce a farsi capire, e a farsi amare dal popolo, non potrà mai essere un buon leader. Se fai qualcosa di buono, ma non lo sai comunicare, è come se non l’avessi mai fatto. 

Lei ha mai pensato di candidarsi?

Manco per sogno! Non potrei mai. Sono troppo vera e onesta che dopo due minuti verrei linciata.

Nel film, la Sandrelli, dice: “La normalità non esiste”. Lo pensa anche lei?

La normalità, secondo me, esiste. Ma ha la scadenza sulle spalle, un po’ come tutte le cose.

sandra milo

Leggi   Chiara Francini: "Il mondo gay? La mia famiglia!"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...