Roma: al Petrolini equivoci gay e etero

Al teatro Petrolini di Roma, dal 23 novembre, è in scena “Stiamo come Stiamo” scritto e diretto da Massimo Zannola e interpretato da Alberto Gambelli e Massimo Zannola.

ROMA – Al teatro Petrolini di Roma, dal 23 novembre, è in scena “Stiamo come Stiamo” scritto e diretto da Massimo Zannola e interpretato da Alberto Gambelli e Massimo Zannola.

Che cosa succede quando una tranquilla serata tra amici viene sconvolta per una serie di giochi equivoci nati dal misterioso mondo delle chat room? Lo scopriranno i protagonisti, Massimo Zannola, stravagante gay 40 enne e Alberto Gambelli, lo sfigato di turno, quando si trovano a superare una serie di scherzi ambigui in atmosfere dance ,nello stile anni 80, incastrati in una simpatica commedia, opera prima per l’autore, che li vede impegnati in un puzzle di simpatici imbrogli e malitensi ,costruiti come in una scatola di cartoon, alla maniera di Will & Grace ma questa volta tutto al maschile.

Dal 23 al 28 novembre TEATRO PETROLINI – Sala Fabrizi – Via Rubattino 5 tel 06 5757488
Posto unico euro 10,00 – ridotto euro 8,00

Ti suggeriamo anche  Leonardo da Vinci, la sua presunta omosessualità esplorata in uno spettacolo a Londra
Attualità

La Polonia potrebbe avere il suo primo presidente favorevole ai diritti LGBT: conosciamo Rafał Trzaskowski

E' Rafał Trzaskowski, già sindaco di Varsavia. Una possibile svolta per la Polonia omofoba che tristemente conosciamo.

di Alessandro Bovo