Scopre il padre con un uomo e lo uccide

Un tassista messicano ha pugnalato a morte il genitore dopo averlo sorpreso con il suo amante. E’ stato arrestato.

Le violenze omofobe in famiglia non sono purtroppo solo quelle che genitori incapaci di accettare l’omosessualità dei figli perpetrano nei loro confronti, ma si registrano anche episodi di intolleranza scatenati nei figli verso l’omosessualità dei genitori.

E’ avvenuto in Messico: un uomo che esercita la professione di tassista, si è recato in visita dal padre, José Alberto Chàvez di 55 anni, e lo ha sorpreso con il suo amante. Quindi, lo ha colpito e ucciso a pugnalate "accecato dalla rabbia e dalla vergogna", secondo quanto ha dichiarato lo stesso aggressore, che non era a conoscenza dell’omosessualità del padre.

La polizia messicana lo ha arrestato in un quartiere della capitale: lo riporta un quotidiano locale.

Ti suggeriamo anche  Coppie gay pestate per un bacio e un abbraccio in strada: allarme omofobia a Parigi
Storie

Ricongiungimento familiare negato a coppia gay: cittadini di serie B anche ai tempi del Covid 19

Lontani da 3 mesi, a 2100 km di distanza, perché lo Stato non riconosce una coppia gay come famiglia che può riunirsi.

di Alessandro Bovo