Carlo Masi e Adam Champ lasciano la Colt

di

Con una nota, Carlo Masi e Adam Champ annunciano il loro divorzio dalla Colt, la casa di produzione hard gay con la quale avevano un contratto in esclusiva.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
16005 0

Carlo Masi e il suo compagno Adam Champ, entrambi attori della Colt hanno deciso di lasciare la nota casa di produzione di film hard gay. «Gli anni trascorsi alla COLTstudio per me e Adam Champ – ha detto Carlo Masi – sono stati ricchi di soddisfazioni e di pulsanti di nuove emozionanti sorprese, ma purtroppo come tutti sappiamo nulla è eterno. È giunto per me e Adam – continua Masi – il tempo di dividerci dalla famosa casa di produzione e di affrontare la porn industry come modelli indipendenti. Dopo un fitto scambio di e-mail abbiamo preso la decisione di non firmare il contratto di esclusiva per il 2008.»

I rapporti con la casa di produzione rimangono legati alla gratitudine che Carlo Masi sente di avere per la Colt: «La COLTstudio occuperà per sempre un posto speciale nel nostro cuore e per sempre saremo grati a John Rutherfor per tutto quello che ha fatto per noi nel corso degli anni. Bellissimi viaggi, persone speciali, il calore di tante persone che ci ammirano in tutto il mondo sono solo l’inizio di una lunga lista di cose per le quali saremo sempre in debito con la COLT.»

E per i progetti futuri Carlo Masi dice di vagliare diverse proposte «arrivate alle nostre e-mail, abbiamo già in programma alcuni spettacoli in Italia, Spagna e Argentina per i mesi di gennaio e febbraio e stiamo lavorando per essere come sempre presenti in rete».

E a questo proposito, il cambio di casa di produzione implica anche il cambio dei riferimenti web: «Per il momento stiamo allestendo un blog provvisorio e abbiamo comprato delle nuove caselle di posta elettronica Info@Carlo-Masi.com, Info@Adam-Champ.com. I nostri siti saranno www.Carlo-Masi.com e www.Adam-Champ.com. Già dalla prossima settimana sarà presente online una versione provvisoria.»

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...