I cocktail dell’estate hanno un ingrediente speciale: lo sperma

Paul Photenhauer è appassionato di cucina con lo sperma e dopo un libro di ricette ne ha pubblicato uno di cocktail con l’ingrediente speciale: “Solo per momenti intimi con il mio partner”.

Paul “Fotie” Photenhauer è un appassionato di cucina a base di sperma ed ha pubblicato due libri: Natural Harvest: A Collection of Semen-Based Recipes (Raccolto naturale: una collezione di ricette basate sullo sperma), uscito nel 2011, e Semenology: The Semen Bartender’s Handbook (Spermologia: manuale per bartender dello sperma).

Photenhauer non passa le giornate a bere e mangiare sperma in qualsiasi forma, ma sostiene di riservare la cucina a base di sperma ad occasioni speciali e incontri intimi con il suo partner.

“Per me – spiega – è più di un ingrediente divertente da aggiungere al cibo o ad una bevanda. Aggiunge decisamente un tocco personale. Non mangerei né berrei mai lo sperma di qualcuno con cui non voglia fare sesso”.

L’idea di sviluppare questo tema in ambito culinario è venuta in mente a Photenhauer durante una cena nel 2006 in cui si rese conto che, fuori dalla camera da letto, l’idea di deglutire lo sperma diventava un tabù e che mentre tutti si aspettavano che il proprio partner lo facesse, nessuno era disposto a farlo a propria volta.

Ti suggeriamo anche  Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese