IO NEL PORNO CI CREDO!

di

Josh Weston, modello simbolo della Falcon, ora passa ai video hard tra cowboy della Colt/Buckshot. "La gente non se l'aspetta, ma io uso il cervello". Il suo sogno?...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2951 0

«Le persone sono spiazzate dai porno attori che usano il cervello, non se lo aspettano. Ma il fatto che faccia sesso davanti a una telecamera non significa che non sia capace di coniugare un verbo». Guardando Josh Weston non è certo l’analisi grammaticale la prima cosa che viene in mente, ma ascoltandolo parlare fa piacere sentire che oltre a un fisico mozzafiato, una grande abilità nel sesso e una dotazione da capogiro, questo fustacchione del Nevada abbia un cervello che funziona.

Lo abbiamo incontrato nel momento in cui la sua carriera è a una svolta: Josh ha da poco lasciato la Falcon, mitica casa di produzione di video hard gay incentrati su maschi dai fisici particolarmente scultorei, per firmare un contratto con la Buckshot, il marchio del gruppo della Colt che pubblica alcuni dei migliori film porno omosessuali a tematica country e leather.
Josh, ci puoi dare un’idea di chi sei, da dove vieni e che cosa ti ha spinto a diventare un Buckshot Man?
Sono cresciuto a Washoe Valley, nel Nevada, poi mi sono trasferito nella Bay Area e ci sono cresciuto guardando immagini e video della Colt e della Buckshot; ho sempre avuto una grande stima per queste aziende. Ora non ho più vent’anni e da quando ho cominciato la mia carriera nel porno sono cresciuto, letteralmente e figurativamente; ora sento che posso calzare il modello della Colt/Buckshot comodamente. Mi sento a mio agio.

Tu eri in esclusiva con la Falcon prima di lavorare col gruppo della Colt; cosa ti ha fatto fare questo cambiamento?
Sono molto orgoglioso del lavoro che ho fatto con la Falcon, ma volevo evolvermi e ho sentito che il modo migliore di compiere questa evoluzione era di lasciare quello che era diventato sicuro e comodo, provare a navigare in nuove acque. Ho sempre avuto un debole per l’estetica Colt e ora sono felice di far parte della squadra.
Crescendo pensavi mai di fare il porno attore?
continua in seconda pagina^d
Crescendo pensavi mai di fare il porno attore?
Sono cresciuto in una piccola città, era un gruppo molto omogeneo: tutti guidavano lo stesso tipo di camion, indossavano gli stessi abiti, parlavano allo stesso modo, camminavano allo stesso modo… E giudicavano le persone con lo stesso metro. Ben presto mi sono reso conto che ero diverso dai miei amici, non volevo baciare le ragazze o tirare noccioline agli scoiattoli. Ma ho continuato ad avere a che fare con tutto questo, ho passato anni a cercare di forzarmi in uno stile di vita che altri avevano creato per me. Stavo per scoppiare quando un giorno a casa di un amico stavamo guardando le videocassette porno di suo padre e alla fine di una di queste c’era il trailer di molti film tra cui anche un film gay. Penso fosse un film di Jeff Stryker, era vestito con una divisa da combattimento e correva in una giungla scopando ragazzi fantastici. Mi sentii liberato; la cosa non solo mi caricò sessualmente ma per la prima volta mi resi conto che il mondo era ben più grande di quello che conoscevo, che c’era una vita fuori da quella piccola casa, di quella piccola strada di una piccola città… piena di menti piccole.
E come è stato vedere te stesso per la prima volta in un video?

La prima volta che ho visto uno dei miei video ero in un bar ed è capitato che ci fossi io sugli schermi; era surreale! Come se cammini in un negozio e lo sguardo ti cade sulla tua immagine riflessa in uno specchio e la cosa ti emoziona, come se ti trovassi a confrontarti con il tuo sosia. C’era Shane Rockford che mi scopava, io cercai di fare l’indifferente ma tenevo un occhio sullo schermo ed ebbi una erezione paurosa!
Quale pensi che sia una tua qualità che ti differenzia da altri performer per adulti?
Ho sempre cercato, nelle interviste, nei contatti che ho attraverso il mio sito, negli scritti che pubblico, di fare del porno una esperienza più viscerale, di mostrare che le pornostar non sono bombolette di carta, che abbiamo uno spessore, delle emozioni. È facile aprire i pantaloni e mostrare l’uccello, io mi emoziono di più quando le persone aprono il loro cuore e mostrano la loro umanità.
Lavorare alla Colt è così divertente come sembra? Cos’è che ti piace di più del tuo lavoro?
È fantastico, ho stretto legami forti con molte persone della Colt, per questo sono sempre eccitato quando cominciamo una produzione. È come ritrovarsi tra vecchi amici. Devo anche confessare che essere un modello in un video solletica un aspetto edonistico, ti trattano incredibilmente bene, le persone ti chiedono costantemente come stai, di cosa hai bisogno. È bello sentirsi sulla luna di tanto in tanto.
Cosa ti piace fare quando sei fuori dal set?

Io e mia sorella abbiamo comprato recentemente una casa nella east bay, del 1908 circa e non ha subito molti interventi da allora. È diventato un gigantesco progetto artistico e io mi cimento con il restauro, dipingo, faccio lavori in legno e cemento, ripulisco i pavimenti, le porte e le finestre. Ma mi piace anche dedicarmi al giardino, potrei potare, cogliere e piantare per tutto il giorno. Mi sento più felice quando c’è dello sporco sotto le mie unghie.
Se posso chiederlo, sei fidanzato in questo momento?
Ho una specie di impegno, o ce l’avevo. Temo stia finendo. Sono le piccole cose che parlano più forte. Lui mi teneva la mano quando l’aereo decollava.
Pensi che essere un pornoattore influenzi la tua capacità di avere relazioni sociali? Pensi sia uno svantaggio o un vantaggio?
Devo riconoscere che mi riconoscono molto più spesso di quello che avrei pensato. E mi piace. Per quanto riguarda la difficoltà di stare nel porno, resto sempre molto stupito di quanta gente pensi che se fai del porno è perché non hai altre possibilità nella vita, come se fosse l’ultima spiaggia. Sarei potuto diventare tutto quello che volevo al mondo e sto facendo esattamente ciò che desideravo fare. Le persone sono anche spiazzate dai pornoattori che pensano, sono intelligenti, credo che non se lo aspettino. Il fatto che faccia sesso davanti a una telecamera non significa che non sia capace di coniugare un verbo.
E ora la domanda che tutti i lettori vogliono che ti faccia: qual è la posizione o la cosa che ti piace di più fare sessualmente?
Di solito rispondo a questo tipo di domande in maniera molto provocatoria ma più cresco e più mi piace semplicemente fare l’amore, steso sulla schiena con le mani dietro la testa e un ragazzo dentro di me, guardandosi semplicemente negli occhi. È questa posizione bloccata che mi piace di più, è come stare sott’acqua, il mondo si scioglie e scompare. E tutto quello che riesci a sentire è il tuo cuore che batte.
Se dovessi scegliere una fantasia da realizzare in un film?
Sarebbe quella che ti ho appena descritto fatta con il Colt Man Exclusive Carlo Masi.
Se potessi lavorare con una star per adulti chi sceglieresti e perché?
Di nuovo, la stessa risposta di prima. E per il motivo, l’ho incontrato una volta o due e al di là dei suoi ovvi attributi fisici so che ha un cuore.
John puoi fare in modo che questo accada per favore? In che film ti vedremo?
Ho appena terminato due lavori per la Buckshot Production, Hard Studies che esce a maggio e Boot Black Blues che dovrebbe uscire a metà settembre.
Dicci come fai a mantenerti in una forma così perfetta…

Ecco la risposta: sto pensando di scrivere un libro “Guida alla dieta del masochista”. Ho sempre seguito una dieta molto ferrea; mangio solo cibi integrali semplici, senza zucchero o energizzanti. E l’allenamento, lo faccio da quando ero al liceo; sono sempre stato in forma, penso che sollevare dei pesi quando ero giovane e continuare a crescere mi abbia dato dei benefici, delle buone fondamenta su cui costruire. Non posso non parlare anche dello yoga, soprattutto dello yoga Ashtanga; è come la ginnastica, stira e allunga i muscoli e alza la temperatura interna del corpo facendoti sudare copiosamente, sciogliendo le tossine dei muscoli e degli organi. Permette il ricambio delle cellule e riequilibra il lavoro di sollevamento pesi.
Quali sono i tuoi obiettivi a lunga scadenza? Includono il divertimento per adulti?
Penso spesso a quel trailer di Jeff Stryker che ho visto da ragazzo, mi ricordo come mi sentii vedendolo, mi lasciò sospeso tra la sensazione di non aver il terreno sotto i piedi e quella di volarfe, le catene erano cadute e il mio cuore e il mio pisello esultavano. Portò della luce in una fanciullezza che altrimenti era buia. Spero che uno dei miei film mostri a un ragazzo che i suoi bisogni non sono sbagliati e che non è solo. Non ti trattenere, la vita può migliorare. La speranza arriva in tanti modi, anche col porno.
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Sesso.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...