SPOGLIATECI CON IRONIA

Nudi e famosi: intervista ai Centocelle Nightmare. Li vedremo al cinema a febbraio, in Tv, ospiti di tutte le trasmissioni, e poi nel loro calendario, e in uno show mozzafiato che attraversa l’Italia.

Clicca qui per la galleria di foto dei Centocelle Nightmare.

Volete godervi un loro spettacolo? Sabato 15 dicembre i Centocelle Nightmare saranno al Mama Winter, a Pontedera in provincia di Pisa, presente tutto lo staff di gay.it che non lontano ha la propria sede.

PISA. Nudi sì, ma con simpatia!

Marco Zanardi (foto), produttore, presentatore, e inventore dei Centocelle Nightmare, uno dei massimi gruppi di spogliarellisti italiani, ne è sicuro: alla base del successo dei suoi splendidi ragazzi, c’è lo spirito auto-ironico e la voglia di divertire e – perché no? – divertirsi. Quindi sensualità e esibizione di virilità mozzafiato, ma anche, anzi, soprattutto, divertimento.

Questo è lo spirito che traspare persino dal nome del gruppo. Marco, che è anche braccio destro di Vladimir Luxuria a Muccassassina, ci racconta che l’idea di creare un gruppo di spogliarellisti gli venne un periodo in cui a Roma i California Dream Men si esibivano in teatro e al cinema c’era Full Monty: «Ho pensato "perché non fare un gruppo italiano, prendendo lo spunto dalla professionalità dei California Dream, ma con la simpatia e l’auto-ironia tipica del film?". Da qui è nato anche il nome: Centocelle, come molti sanno, è un quartiere poco pretenzioso di Roma, abbastanza cheap, famoso perché era il quartiere dove Pasolini amava reclutare i suoi boys, e fa da contraltare a California che è la terra ricca americana; Nightmare, incubo, fa da contraltare al Dream, sogno americano: ecco i Centocelle Nightmare contro i California Dream, nati proprio con lo spirito della simpatia e dell’auto-ironia».

E a sentire parlare i ragazzi dei Centocelle, si è davvero travolti dalla tipica simpatia romana: li vedi nelle foto, coi loro corpi scultorei e gli sguardi sensuali, e immagini chissà quali esseri inavvicinabili. Poi ci parli e ti travolgono con la loro parlata da ragazzi di borgata, romanacci "de Roma" ruspanti e veraci.

Ti suggeriamo anche  Colton Haynes, sesso bollente in American Horror Story Cult

Sono anni che i Centocelle Nightmare deliziano l’Italia con i loro strip-tease alla Full Monty: hanno fatto circa 660 spettacoli, in tutta Italia e all’estero, per oltre un milione e mezzo di spettatori dal vivo, due film di cui uno, "Operazione Rosmarino" con Anna Falchi, è in uscita a febbraio, un disco che si chiama "Nightmare", la Centocelle School, che è la scuola per gli allievi dei Centocelle Nightmare, e il sito ufficiale del gruppo www.centocelle-nightmare.com. Tutta la stampa si è occupata di loro: sono su Panorama di questa settimana, al TG2 della scorsa settimana, sulla rivista Chi, domenica ospiti di "Alle Falde del Kilimangiaro", giovedì saranno al Grande Fratello, la settimana prossima al Maurizio Costanzo Show, e soprattutto come al solito li vedremo nella diretta di Capodanno su Canale 5.

Volete godervi un loro spettacolo? Sabato 15 dicembre i Centocelle Nightmare saranno al Mama Winter, a Pontedera in provincia di Pisa, presente tutto lo staff di gay.it che non lontano ha la propria sede. In fondo a questa pagina potrete trovare gli altri appuntamenti.

In tutti questi anni, l’organico è cambiato più volte, ma con una costante: in ogni formazione è impossibile trovare un ragazzo che non sia per lo meno bellissimo! Tanto che sorge spontanea la domanda:

Ma questi ragazzi, Marco, dove li hai trovati?

Molti erano miei amici, altri li ho reclutati tramite provino. Ricordo che persino il TG5 delle 20 di Mentana ha parlato di noi, il giorno in cui abbiamo fatto i provini, per la folla di gente che si è proposta.

Che vicinanza c’è con la comunità omosessuale?

I Centocelle sono stati per due anni fissi ogni venerdì sera ospiti del Muccassassina, seguiti da una folla di fan ogni settimana. Poi ci siamo esibiti in tanti altri locali gay in tutta Italia. Per noi, fare uno spettacolo vuol dire farlo per tutti. I Centocelle non hanno nessun problema, anzi, abbiamo sempre detto che ognuno deve fare quello che vuole.

Anche all’interno del gruppo…

Ti suggeriamo anche  Ho 10 canzoni con cui fare sesso e posso ospitare

Certo. Ma ora all’interno del gruppo non c’è nemmeno un gay, a parte alcuni vecchi elementi. Ma la sfera sessuale è talmente tanto ampia che ognuno può davvero fare quello che desidera.

Come nascono gli spettacoli dei Centocelle?

E’ semplice: simpatia e auto-ironia sempre, e coinvolgimento sempre. Facciamo, ad esempio, il gioco dello strip improvvisato, invitando un maschietto del pubblico a denudarsi, mettendo in palio una bottiglia di spumante; è una cosa alla "Full Monty" che riscuote sempre molto successo. Un altro esempio: volevo fare uscire i ragazzi in gonna, ma per non renderli ridicoli, ho creato un balletto scozzese, nutrito dalla bellezza del contrasto dei ragazzi in kilt, un po’ come gli ippopotami col tutù di Fantasia di Walt Disney…

Una anticipazione dello spettacolo di Pontedera di sabato 15 dicembre?

E’ una sorpresa, non te la posso dire. Posso solo dirti questo: è in edicola il nostro calendario, che sta andando benissimo in tutta Italia, e noi lo metteremo in palio per il ragazzo che farà lo strip improvvisato. Essendo un calendario a tiratura limitata a 50.000 copie, e visto che si sta esaurendo rapidamente, credo sia un bel regalo da fare… per avere un anno molto bollente durante i mesi invernali, e molti brividi durante i mesi estivi!

Ma sentiamo la voce di uno degli spogliarellisti del gruppo: Marco (nella foto), ballerino dei Centocelle da tre anni, è quindi uno dei veterani.

Marco, cosa conta di più per essere nei Centocelle: la bravura del ballerino o il fisico mozzafiato?

E’ un insieme delle due cose: se hai un fisico mozzafiato ma non esprimi niente non puoi far parte di un gruppo omogeneo. Deve essere un patchwork, con la bravura, la bellezza, l’ironia, la simpatia. Tante componenti che fanno un membro dei Centocelle Nightmare.

Ti suggeriamo anche  Sesso gay nei bagni pubblici: inaugura la mostra

Quando sei sul palco, quali sono le emozioni più forti?

La cosa più bella è quando ti fanno i complimenti per la bravura, quando qualcuno capisce l’aspetto tecnico, non solo estetico. Quando ballo mi piace esprimere qualcosa che ho dentro, comunque, anche se il lato estetico è molto importante. Noi non siamo solo dei ballerini: siamo dei ballerini col fisico!

Quale è il pubblico più sensibile?

Il pubblico gay riesce meglio ad apprezzare il lato tecnico: in genere i gay sono molto più critici delle donne. Riescono a capire, a vedere, a criticare se un fisico è un po’ meno prestante, forse perché anche loro ci tengono di più. La donna vede un bel ragazzo, e del resto non gliene frega niente, va più facilmente in delirio solo perché sei un uomo e sei su un palco. La persona gay è più attenta anche all’aspetto tecnico.

Ti è successo che qualcuno abbia cercato di abbordarti?

Quello sempre… [ride]

Nel tuo futuro ci sono sempre i Centocelle?

Finché reggo col fisico, sì! Mi piacerebbe sfondare nel mondo dello spettacolo, ma bisogna anche stare con i piedi per terra. Per ora i Centocelle vanno benissimo e ci togliamo molte soddisfazioni.

Clicca qui per la galleria di foto dei Centocelle Nightmare

^SProssime date degli spettacoli dei Centocelle-Nightmare^s

13-12, al Kirbys di via Casilina a Roma

14-12, all’Hermitage di Macerata

15-12, al Mama Winter di Pontedera (PI) e al Furore di Belluno

20-12, al Kirbys di via Appia a Roma

22-12, ad Avezzano

25-12, all’Aquarius di Enna

31-12, al Warner Village di Roma, a Napoli e in Sicilia (luoghi da definire)