Sindaco di Cremona: sì a tutela coppie di fatto

“Sono assolutamente favorevole ad una disciplina giuridica per quanto riguarda le coppie di fatto omosessuali”. Lo ha detto, oggi, il sindaco di Cremona, Giancarlo Corada.

CREMONA – “Sono assolutamente favorevole ad una disciplina giuridica per quanto riguarda le coppie di fatto omosessuali”. Lo ha detto, oggi, il sindaco di Cremona, Giancarlo Corada, commentando la decisione del governo spagnolo di autorizzare il matrimonio tra gay e lesbiche. “Una disciplina sul modello francese e su quello inglese. Questo metterebbe la coppia “diversa” sullo stesso piano per quanto riguarda gli aiuti economici e il riconoscimento dei diritti sociali e economici delle unioni tra uomini e donne dello stesso sesso, rispetto a quelle eterosessuali. Non parlerei, però, di matrimonio in senso stretto come prevede il nuovo ordinamento spagnolo”.

Per quanto riguarda l’obiezione di coscienza che molti amministratori spagnoli del partito popolare vorrebbero mettere in atto per non sposare coppie gay, Corada ha spiegato di “avere molte perplessità”. “Se dovessi applicare una mia obiezione di coscienza sulle leggi italiane lavorerei due ore al giorno, rispetto alle 12 che invece, ogni giorno, passo all’interno degli uffici del comune”.

Ti suggeriamo anche  'Discriminazione costituzionalmente inaccettabile': la Croazia verso ok all'affido per coppie LGBT
Attualità

La Polonia potrebbe avere il suo primo presidente favorevole ai diritti LGBT: conosciamo Rafał Trzaskowski

E' Rafał Trzaskowski, già sindaco di Varsavia. Una possibile svolta per la Polonia omofoba che tristemente conosciamo.

di Alessandro Bovo