Spagna: Blazquez, la Chiesa non cambia linea

Il neo eletto presidente della Conferenza episcopale spagnola ha oggi confermato la posizione della chiesa sulle principali questioni che hanno determinato confronti con il governo socialista.

MADRID – Il neo eletto presidente della Conferenza episcopale spagnola Ricardo Blazquez ha oggi confermato la posizione della chiesa sulle principali questioni che hanno determinato confronti con il governo socialista di Jose Luis Rodriguez Zapatero, ma ha sottolineato che bisogna manifestare “la verità con amabilità” attraverso il dialogo.

In un’intervista alla radio della Conferenza episcopale, Cadena Cope, Blazquez ha oggi condannato i matrimoni tra omosessuali affermando che “dal punto di vista etico,cristiano e culturale non si tratta di matrimonio”.

Il vescovo di Bilbao ha peraltro ribadito la posizione della chiesa su aborto, eutanasia (“non si può abbreviare l’itinerario della vita, dal concepimento sino alla morte”) e sugli embrioni (“non si può provvedere ad uno sacrificando l’altro”).

Ti suggeriamo anche  L'unione civile di due donne palermitane dopo 45 anni dalla loro fuitina
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni