Gareth Thomas fa coming out: “Sono sieropositivo, abbattiamo lo stigma”

“Ho scelto di combattere, di educare e di rompere lo stigma su questo argomento”, ha confessato sui social l’ex rugbista gallese, dal 2009 gay dichiarato. Anche William e Kate al suo fianco.

Oggi 45enne, Gareth Thomas fece coming out nel 2009, diventando uno dei primi rugbisti professionsiti al mondo a dichiararsi omosessuale. Passati 10 anni Thomas, ex stella del rugby gallese, ha fatto un secondo coming out sui social, rivelando la propria sieropositività.

Ciao, sono Gareth Thomas e voglio condividere con voi il mio segreto. Perché? Perché è mio diritto dirvelo e non di quelle persone malvagie che mi hanno reso la vita un inferno, minacciandomi di dirvelo prima che lo facessi io. E poi perché credo in voi e mi fido di voi. Sto vivendo con l’HIV, e il fatto che abbiate questa informazione mi rende estremamente vulnerabile, ma non debole. E anche se sono stato costretto a dirvi questa cosa, ho scelto di combattere, di educare e di rompere lo stigma su questo argomento. Mi spingo fisicamente ai limiti e vi chiedo di aiutarmi a mostrare che ognuno di noi vive nella paura delle reazione degli altri e delle loro opinioni su qualcosa che ci riguarda, ma questo non significa che bisogna nascondere tutto. Ma per farlo ho davvero bisogno del vostro supporto.

Un video presto diventato virale, con oltre 2 milioni di visualizzazioni e un hastag ad hoc, #yourraceyourvictory, che si fa subito nuova battaglia per Gareth. Intervistato dal ‘Sunday Mirror’, l’ex rugbista ha confessato di aver avuto pensieri suicidi, una volta avuta la diagnosi, per poi riprendersi. Tra i tantissimi messaggi ricevuti, spicca quello di William e Kate, futuri regnanti: “Coraggioso come sempre, una leggenda dentro e fuori dal campo. Noi ti supportiamo Gareth”.