Paolo Colombo, il giornalista denuncia: “Consigliere di Genova non mi ha salutato perché sono gay”

Si conoscono da 30 anni, ma il consigliere finge di non vederlo perché al fianco ha sua moglie. L’incredibile denuncia di Paolo Colombo dal Genova Pride.

Vicecaposervizio redazione TV sport La7, nonché ad oggi unico caso, per ora dichiarato in Italia, di giornalista sportivo omosessuale, Paolo Colombo ha denunciato quanto di incredibile capitatogli nel corso del Genova Pride, andato in scena il 15 giugno e vissuto al fianco dell’amata mamma.

Un Consigliere Comunale della città non l’avrebbe infatti salutato solo e soltanto perché aveva la guancia pittata con i colori dell’arcobaleno. Ancor più folle la ‘motivazione’.

Ero vestito cosi al Liguria Pride di sabato scorso! Unica “trasgressione” la striscia rainbow sulla guancia destra!
Non ero in perizoma né con piume e pailettes…! “Sai non potevo salutarti ero con mia moglie… come facevo a giustificarmi con lei che ti conoscevo”! Questa la frase infelice pronunciata dal Consigliere Comunale di Genova con delega allo sport al quale ho ricordato che mi conosce da 30 anni come giornalista...e che poteva salutarmi come tale, se si vergognava a salutarmi come GAY ! Se nel 2019 siamo ancora a questi livelli di ignoranza….! Povera Genova, povera Italia!

Ti suggeriamo anche  Vladimir Luxuria, insulti transfobici da un assessore leghista per la Festa della Donna