Placca l’Omofobia, a Ragusa il rugby scende in campo contro le discriminazioni

Patrocinato dalla Federazione Italiana Rugby, l’evento ragusano è arrivato alla sua sesta edizione.

Domenica 22 settembre andrà in scena la sesta edizione della manifestazione “Placca l’omofobia – partite sui generis”, giornata di rugby ideata per affermare la libertà di genere e vestire i colori dell’uguaglianza.

Ancora una volta sarà lo stadio di rugby di via Forlanini a Ragusa a ospitare una grande festa aperta all’intera collettività, organizzata da Agedo Ragusa e dal Ragusa Rugby, con la partecipazione dei clown dottori dell’associazione “Ci ridiamo sù”. La giornata gode del contributo del Centro Servizi Culturali del Comune di Ragusa e del patrocinio della Federazione Italiana Rugby.

Ospiti d’eccezione saranno alcuni giocatori in rappresentanza di Libera Roma, la prima squadra di rugby gay-friendly e inclusiva in Italia, insieme ai rugbisti della squadra catanese I Briganti di Librino e il Bulls Vittoria Rugby, tutti in serie C, oltre naturalmente ai padroni di casa del Ragusa Rugby. Una domenica colorata di vita e di diritti, a partire dai colori che, come di consueto, decoreranno il viso dei giocatori.

In programma a partire dalle ore 10.00 le partite fra le quattro squadre presenti, intervallate dai divertenti interventi dei clown dottori di “Ci ridiamo su” che presenteranno anche il video realizzato questa estate insieme ai giocatori del Ragusa Rugby per sensibilizzare sul tema dell’omofobia. Al termine delle partite la consegna della coppa della promozione alla squadra ragusana. La giornata si concluderà con l’immancabile grigliata comune nel village che sarà allestito nello stadio che ospiterà stand con panini e bibite, banchetti informativi, iniziative.

La giornata sarà presentata da Mara Gelmini.