Roma, al via agli EuroGames 2019

Prende oggi vita nella Capitale l’olimpiade internazionale dell’inclusione, nata per promuovere i diritti civili nello sport e contrastare ogni forma di discriminazione.

E’ tutto pronto a Roma per la diciassettesima edizione degli EuroGames, l’olimpiade internazionale dell’inclusione nata per promuovere i diritti civili nello sport e contrastare ogni forma di discriminazione. Da oggi a sabato 13 luglio, 4mila atleti in rappresentanza di 55 nazioni si ritroveranno nella Capitale per misurarsi in 14 discipline sportive.

I giochi saranno ospitati da 15 impianti sportivi, tirati a lustro per un appuntamento che dal 1992 porta in Europa il messaggio di “Sport per tutti” promuovendo i suoi valori e la sua cultura dell’inclusione: il calcio andrà in scena alla Borghesiana, il futsal all’Orange Futbolclub, il tennis all’Oasi di Pace Sporting Club e al Tennis Club Garden, il volley al PalaFonte, al PalaTorrino e all’Honey Sport City, il beach volley all’Hibiscus Beach di Ostia, il golf allo Sheraton Golf Club, l’atletica al centro di preparazione paralimpica del Tre Fontane, pallanuoto e nuoto al centro federale FIN presso il Polo Natatorio di Ostia, il bowling al Brunswick, il badminton al PalaToLive, la danza sportiva al Palacavicchi, e l’hockey al centro di preparazione paralimpica del Tre Fontane e all’impianto della FIH-Federazione Italiana Hockey di via Avignone.

A completare le discipline previste dalla manifestazione la Roma Rights Run, la gara podistica competitiva che attraverserà i luoghi più suggestivi della Capitale. A fianco degli EuroGames 2019 ci sarà anche la boxe: a sostenere la manifestazione e il suo messaggio la sfida tra Luca D’Ortenzi e Sergio Romano valevole per il titolo italiano dei pesi massimi in programma la sera di sabato 13 luglio in Piazza Rossellini a Ladispoli.

Ti suggeriamo anche  Eurogames 2019, addio a Radio Globo come sponsor dopo l'appello di Vladimir Luxuria

Per la Cerimonia inaugurale allo Stadio Tre Fontane, che si terrà oggi alle 18:30, saranno presenti la vicepresidente del CONI Alessandra Sensini, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Vincenzo Spadafora, la senatrice Monica Cirinnà, gli ambasciatori dei Giochi Vladimir Luxuria e Fabio Canino, insieme ad altre personalità dello Sport, a rappresentanti del Governo e delle Istituzioni. A partire dalle 18:30 gli atleti sfileranno con le bandiere in rappresentanza dei propri Paesi e, dopo i saluti delle autorità, seguirà uno spettacolo musicale con performers e coreografie che intratterranno il pubblico fino alle 21:00:

Abbiamo messo su una macchina organizzativa imponente – spiega Fabio Conte, direttore sportivo di Roma Eurogames 2019 – tutto sta funzionando nella maniera migliore grazie alla collaborazione delle federazioni sportive, dei responsabili delle singole discipline e dei gestori degli impianti. Siamo certi che anche quando la parola passerà al campo tutto andrà alla perfezione, sarà uno spettacolo da sostenere e applaudire anche come spettatori“.

Punta di diamante della XVII edizione degli EuroGames sarà la Roma Rights Run, la “Corsa dei Diritti”, in programma sabato 13 luglio con partenza alle 08:00 da Via dei Cerchi. La gara podistica competitiva, organizzata da GSBRun – GS Bancari Romani, si svilupperà su una distanza di 10 km e sarà affiancata da una manifestazione ludico-sportiva sulla stessa distanza aperta a tutti. La prima edizione della Roma Rights Run (appuntamento per i partecipanti fissato alle 6.45) toccherà i luoghi più significativi della storia della Città Eterna. Dopo la partenza si proseguirà per via Petroselli, passando successivamente per via del Teatro Marcello per raggiungere piazza Venezia. Particolarmente suggestivo il tratto che attraverserà via dei Fori Imperiali in quella che sarà una vera e propria traversata dei monumenti capitolini.

Ti suggeriamo anche  Eurogames 2019, addio a Radio Globo come sponsor dopo l'appello di Vladimir Luxuria

Lasciati alle spalle i Fori, la Rights Run proseguirà per via Cavour per raggiungere via di Monte Oppio, seguire a via delle Terme di Traiano, via Mecenate approdando all’ingresso al parco del Colle Oppio in Via della Domus Aurea. Una volta usciti da Colle Oppio, i runner proseguiranno per via Labicana fino a giungere a via San Giovanni in Laterano, piazza del Colosseo e successivamente in piazza Celimontana. La corsa proseguirà entrando in Villa Celimontana da viale Nilde Iotti per poi lasciare Villa Celimontana da via San Paolo della Croce, poi ancora via Claudia arrivando a piazza di Porta Capena, raggiungendo via delle Terme di Caracalla e concludendo il percorso con l’arrivo al Circo Massimo. Un tragitto indimenticabile e suggestivo nel cuore della Capitale.

Tra le competizioni più attese il torneo di calcio che si consumerà sui rettangoli di gioco del centro sportivo della Borghesiana. Toccherà all’ambassador dei giochi Fabio Canino, autore del libro “Le parole che mancano al cuore”, romanzo che parla della storia d’amore tra due calciatori di Serie A, dare il calcio d’inizio simbolico al torneo che vedrà la partecipazione di numerose compagini estere, tra le quali figura anche il Charlton. Lo storico club londinese neopromosso in Championship vanta infatti una propria rappresentativa LGBT friendly, il Charlton Invicta, che si allena regolarmente nelle strutture societarie con la supervisione tecnica di due autentiche leggende del team britannico: Lee Bowyer, attuale manager della prima squadra, ex centrocampista tra gli altri di West Ham, Newcastle e Birmingham, e Johnnie Jackson, storico capitano con oltre 250 presenze in maglia rosso-bianca oggi vice-allenatore del Charlton.

Ti suggeriamo anche  Eurogames 2019, addio a Radio Globo come sponsor dopo l'appello di Vladimir Luxuria

Jon Allen, attaccante, ha dichiarato: “Partecipare con la squadra agli EuroGames di Roma sarà un’opportunità fantastica per noi. Non sono in molti a poter dire di aver rappresentato diverse comunità in un paese straniero attraverso lo sport. Gli Eurogames di Roma dimostreranno il potere dello sport di unire, sono orgoglioso di prenderne parte“.