Russia 2018, Messico sotto inchiesta per cori omofobi dei tifosi

di

Manuel Neuer, portiere tedesco, è stato pesantemente insultato ad ogni rinvio da fondo campo.

CONDIVIDI
114 Condivisioni Facebook 114 Twitter Google WhatsApp
8049 0

L’esordio messicano ai mondiali di calcio è stato ‘scioccante’.

Vittoria inattesa contro i campioni del mondo in carica della Germania, con i sismologi del Paese che hanno registrato un vero e proprio terremoto al momento del goal di Hirving Lozano.

Ma non è tutto oro quel che luccica, vista l’inchiesta per ‘cori omofobi’ aperta dalla Fifa ai danni del Messico. Manuel Neuer, portiere tedesco, è stato pesantemente insultato ad ogni rinvio da fondo campo. ‘Froci*‘, ha più volte urlato la curva dei tifosi messicani, seguendo un’usanza particolarmente truce e comune tra le tifoserie del campionato messicano.

I tifosi sostengono da tempo che non siano insulti “di discriminazione sessuale”, bensì puri e semplici sfottò. Lo scorso anno il Tas di Losanna diede ragione alla Federcalcio messicana, che si era rivolta al tribunale dello sport dopo aver incassato due multe proprio a causa dei cori omofobi dei propri tifosi. Multe ritirate e mai pagate. La Fifa, dopo un anno, è tornata ad indagare per la medesima ragione, suscitando non pochi fastidi all’interno della federazione. Ai tifosi in partenza per la Russia era stato chiesto di non denigrare i portieri avversari, ma alla prima partita giocata l’odioso insulto omofobo è tornato a farsi sentire.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Il governatore Fedriga all'attacco: difenderà solo la famiglia tradizionale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...