Svizzera: il referendum anti-PaCS non si farà

Insufficienti le firme raccolte per indire il referendum di iniziativa popolare che voleva bloccare l’approvazione del PaCs svizzero.

La Svizzera non organizzerà verosimilmente il referendum sul "PaCS svizzero" richiesto dagli oppositori del PaCS.

Questi ultimi sostenevano la necessità di un referendum di iniziativa popolare e dovevano raccogliere 7000 firme per obbligare la Svizzera a organizzare questo referendum. Allo scadere del termine legale, sono state contate solo 4503 firme.

Bisognerà attendere ancora 24 ore per essere certi che questo referendum non avrà luogo: un rinviuo eccezionale è stato concesso in seguito alla sparizione di un sacco contenente delle lettere.

Ti suggeriamo anche  Partito Democratico, in vista del congresso si torna a parlare della comunità LGBT
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni