Svolta nello spionaggio UK, agenzia MI5 diventa gay friendly

Considerati una volta troppo ricattabili, adesso i servizi segreti di Sua Maestà aprono le porte ai gay entrando nella TOP 100 dei luoghi lavoro gay friendly.

Svolta "arcobaleno" all’MI5: il servizio britannico di controspionaggio protagonista dei romanzi di John LeCarre e Graham Green che per anni aveva posto in atto un bando non ufficiale alle spie gay si è trasformato adesso in uno dei luoghi di impiego più accoglienti per gli 007 omosessuali. L’agenzia di intelligence è stata inserita per la prima volta nell’Indice dei datori di lavoro più "gay friendly" dal gruppo Stonewall che si batte per i diritti lgbt.

L’MI5 si è piazzato al 62esimo posto, davanti all’Arts Council e al consiglio municipale di Hackney, un quartiere di Londra. Il piazzamento è ancor più signifcativo perché fino al 1989 gli omosessuali erano ritenuti "troppo suscettibili di corruzione" per potere essere ammessi ai segreti dell’intelligence.

Ti suggeriamo anche  Il Regno Unito vuole rimpatriare un malese omosessuale perché non sembra gay
Lesbiche

Mamma organizza festa a sorpresa per la figlia trans di 6 anni: “Voleva tagliarsi la gola, ora è felice”

La commovente storia vera di Lynn e di sua figlia Avery, a 5 anni appena disperata perché consapevole di essere nata nel corpo sbagliato.

di Federico Boni