Bufera mediatica dopo il bacio gay dei La Rua ad Amici

Il bacio gay dei La Rua smuove le famiglie tradizionali e la Chiesa: è polemica

Maria De Filippi sempre più LGBT!

Dopo aver annunciato il trono gay a Uomini e Donne a partire da Settembre 2016, la “regina” di Mediaset sostiene a spada tratta il bacio gay che si sono dati Daniele Incicco e Alessandro Mariani dei La Rua, nella puntata di Amici andata in onda Sabato 9 Aprile (sulle note di Non ho la tristezza), nonostante tutte le critiche ricevute dai telespettatori conservatori del programma e dal Vaticano.

Amici, si sa, oltre che da ragazzi e ragazze, nei suoi oltre 4 milioni di affezionati è seguito anche da molte famiglie (tradizionali) che evidentemente non hanno apprezzato questo bacio gay, gesto semplice e dolce (urlando “vergogna!” e parlando di provocazioni gratuite) dei La Rua, rivelatosi poi un semplice messaggio contro l’odio e la discriminazione. Ecco le parole del leader del gruppo a riguardo (che coglie anche l’occasione per dare un taglio alle voci sulla sua presunta omosessualità) :
“L’idea parte dal significato del brano, una canzone che parla d’amore in ogni sua espressione senza barriere e differenze di genere. Le parole non hanno braccia, gambe e volto, così per rafforzare il messaggio del pezzo abbiamo deciso di accompagnarlo con questo gesto. Indipendentemente dal nostro orientamento sessuale che è irrilevante ci siamo fatti strumento del testo della canzone. Non c’è nessuno scandalo se a baciarsi sono due persone dello stesso sesso.Per noi è stato importante dare un messaggio ai tanti ragazzi che guardano la trasmissione contro i pregiudizi che ancora ci sono nella nostra società”.

Apprezziamo molto il gesto dei La Rua e ringraziamo Maria De Filippi per essersi ‘schierata’ ancora una volta, per quanto sia brutto metterlo in questi termini, dalla parte dell’arcobaleno.

Ti suggeriamo anche  La squadra di baseball di Los Angeles celebra la LGBT Night

2 commenti su “Bufera mediatica dopo il bacio gay dei La Rua ad Amici

    1. La televisione, evidentemente, è un altro discorso! Ricordiamoci che la Chiesa, anche per le storie eterosessuali, non è assolutamente pro storie sbattute in faccia e FIGURARSI se poteva mai approvare una cosa del genere. La Chiesa credo stia facendo leeeentissimi passi pro LGBT almeno “di fronte”, pero’ a) non approverà mai la cosa in toto b) sicuramente penserà sempre che sia anti-educativo mostrare baci gay.

      E ovviamente nessuno di noi è d’accordo con tutto cio’.

      Gay.It l’unica posizione è che ha è pro-gay ma non si esprime su altro, riporta informazioni o accadimenti gay/filo gay/paralleli o d’interesse per il mondo gay:)

Lascia un commento