Billy Chrystal: “Le scene gay in TV stanno andando troppo oltre”

L’attore che interpretò il primo personaggio gay della TV, pensa che si stia esagerando.

Billy Chrystal in Soap

Billy Chrystal in Soap

Le storie gay raccontate adesso in TV si stanno “spingendo troppo oltre”. A dichiararlo è stato l’attore Billy Crystal che negli anni ’70 interpretò uno dei primi personaggi dichiaratamente gay della TV, quando vestì i panni di Jodie Dallas nella serie Soap andata in onda fino al 1981.

Parlando alla Television Critics Assotiation, l’attore ha detto di non volere che la TV “ti sbatta in faccia” il sesso gay. “A volte penso: ‘Ah, questo è troppo per me’ – ha dichiarato -. A volte le cose vanno uin po’ troppo oltre per i miei gusti e non vi rivelerò quali sono queste cose. Spero che le persone non ne abusino e che non te le sbattano in faccia come se fossero una cosa di tutti i giorni”.

Parlando del suo personaggio in Soap, Crystal ha dichiarato: “Sì, Jodie è stato il primo personaggio gay in televisione ed era un epoca diversa, era il 1977. Quindi, sì, era difficile. Era dura. L’ho impersonato dal vivo, davanti ad una platea e c’erano momenti in cui dovevo dire a Bob (Seagren) “ti amo” e la gente rideva nervosamente. Avrei voluto interrompere la registrazione, andare laà e dire: qual è il tuo problema?”.

Crystal stava presentando la sua ultima fatica lavorativa, ma queste sue dichiarazioni forse non gioveranno al lancio di “The Comedians”. Sui social network, infatti, molti utenti non hanno preso bene le parole dell’attore, accusandolo di omofobia.

Ti suggeriamo anche  Avellino, il 17 maggio il primo storico evento lgbt cittadino - lo spot contro l'omofobia