Conchita Wurst a Sanremo 2015. Perché si esibisce così tardi?

Stasera Conchita Wurst sul palco dell’Ariston. Cattolici estremisti in rivolta.

Si sa, le polemiche sono il sale di Sanremo. Quest’anno non fa eccezione.

Conchita Wurst, ospite di questa seconda serata, ha scatenato l’Aiart – l’associazione cattolica di spettatori – che, riferendosi alla drag ha parlato di soldi spesi male con ospiti di “dubbia qualità”.

Su Change.org è addirittura partita una petizione per chiedere l’annullamento della partecipazione di Conchita Wurst a Sanremo. La raccolta firme, che in una settimana ha raccolta poco più di 1500 firme, vanta le seguenti laiche e scientifiche argomentazioni: “Per la difesa del diritto naturale” e – questa è la parte migliore – “Contro l’ideologia del gender [qualcuno, una volte per tutte, ci spiega cosa sia?, ndr] e contro l’omosessualismo militante”.

Tali polemiche hanno trovato poco seguito al di fuori degli ambienti di estremismo cattolico e lo stesso Carlo Conti, oggi intervenuto a riguardo nella conferenza stampa pomeridiana, ha ribadito che prenderà parte alla kermesse solo “come artista”: non parlerà ma si limiterà a cantare in quanto vincitrice dell’ESC.