Cristiano Malgioglio: “Mi vogliono in politica. Adoro Salvini, amo Renzi, stimo Bersani”

“Prima di entrare in cabina elettorale mi faccio sempre il segno della croce, ma non mi chieda per chi voto. Rimuovo subito.”

«Non ho cani, né gatti, né tantomeno porcellini d’india. Avevo un pitone rosa, ma poi l’ho perso. Chissà dove si sarà cacciato.» Così Cristiano Malgioglio, dall’altro lato della cornetta, mentre disfa e prepara l’ennesima valigia che lo porterà da Milano a Roma, inizia a parlare a Gay.It di quello che sarà il suo futuro tra musica, tv e nuovi amori. 

Non avrà uomini, donne, cani e gatti, ma lei mette d’accordo tutti.

Perché sono unico! In giro si può vedere qualche brutta imitazione, ma l’originale sono io. Personaggi come me, battute a parte, non ce ne sono ed è per questo che posso permettermi di cambiare registro e programma così velocemente.

Staserà sarà ospite a #cartaBianca dalla Berlinguer.

È la mia seconda volta da lei. La trovo meravigliosa. Il suo è uno dei pochi programmi che seguo con piacere.

Che adulatore..

No, nessuna piaggeria. Bianca è una professionista e la sua trasmissione va così bene perché parla di politica e attualità in un modo semplice ed essenziale. Non tutti sono politologi.

Alla sua amica Barbara d’Urso, all’ultimo, non le è stato permesso di andare dalla Berlinguer. 

Ahimè, se si ha un contratto con un’altra rete, può capitare. Anche a me, quest’anno, hanno vietato di prendere parte al Capodanno di Rai1. Peccato. Sarà per un’altra volta.

Scheri, il direttore di Canale 5, ha confermato pochi giorni fa il ritorno del Grande Fratello Nip. Lei ci sarà?

E chi può dirlo? Al GF devo molto, ma la mia vita è così imprevedibile.

E pensare che lei, quel GF Vip, nemmeno lo voleva fare.

Avevo paura. Ero terrorizzato di fare un errore madornale per la mia carriera, ma a quanto pare, sbagliavo. Quel programma mi ha dato una ‘botta’ di popolarità che ancora continua e che non sembra arrestarsi. Su Instagram ancora girano gif e meme di me all’interno della Casa. Roba da pazzi.

La sua agenda è fitta di impregni: tanta tv, molta radio e tantissime serate. Non è più un ragazzino..

Ma ho la vitalità di un adolescente! Merito delle banane, ma anche dei vizi che non ho. Non bevo, non fumo, non mi drogo e non vado a donne. Con le serate, però, almeno per un po’, ho chiuso. Ne ho fatte anche tre nella stessa serata. Ho bisogno di un periodo di relax. 

Una persona poco discreta potrebbe chiederle quanto guadagna.

Il giusto, ma non amo parlare di soldi. Lo trovo così volgare.

Nel giro di un anno ha pubblicato due dischi. Prima Sonhos e ora International Suite.

International Suite è un cofanetto con 5 CD dove si possono trovare tutte le mie diverse anime musicali. Ho reinterpretato dei brani scritti da me per Mina, ma anche successi degli anni cinquanta e delle canzoni dedicate alla cantante Cesària Èvora. Potrebbe essere un bel regalo per Natale. Ci pensi. Poi, all’interno, ci sono delle foto mozzafiato dove sono irresistibile. 

Con i dischi si guadagna ancora?

(ride, ndr) E lo chiede a me? Oggi non vende più nessuno. Si guadagna solo dalle visualizzazioni su YouTube e dallo streaming.

Gira voce che il suo prossimo video lo girerà Asia Argento.

Ci siamo incontrati a CR4 da Chiambretti. Chissà.

Chi è che compra la sua arte, Cristiano?

I giovani. Le sembrerà strano, ma è così. Nelle discoteche i miei brani vengono utilizzati per riempire le piste. Poche settimane fa ho fatto un firmacopie a Napoli. Un successo senza precedenti, ma non ne farò più.

Perché?

Troppa gente, troppi autografi e troppe foto. Mi hanno fatto venire il torcicollo! Vogliono fare i selfie e poi mettono l’autoscatto per trovare la loro posizione migliore. Così mi costringono a stare con il collo tirato come una giraffa per dieci secondi. Però, ironia a parte, quanto amore..

Si è mai chiesto perché piace così tanto?

Una volta Silvio Berlusconi mi disse che mi apprezzava perché non ero volgare. Voglio pensare che sia anche per questo che la gente mi vuole così tanto bene. Sui social mi scrivono solo cose belle e soffro a leggere certi commenti al vetriolo nei confronti di certe amiche.

Parla della d’Urso?

Anche! Lei è una persona molto umana e mi dispiace che questo non sempre venga recepito. Può non piacere, ci sta, ma non posso accettare tutta questa cattiveria nei suoi confronti. La Tv, a volte, distorce la realtà. 

A proposito di tv, non ha mai avuto paura che la scatola nera possa aver inquinato la sua credibilità artistica?

No, assolutamente. Pensi che ora tornerò a scrivere anche per gli altri. Merito della Caselli.

Leggi   Gay Pride vs. Family Day, Vladimir Luxuria motiva la sua partecipazione a Ciao Darwin. 'gli omofobi si affrontano'

Caterina?

Sì, lei. Avevo deciso di scrivere solo per me, ma poi mi ha chiamato e mi ha fatto delle belle proposte. Ci sono nuovi progetti. Tenete sott’occhio Arisa, ma non mi faccia dire di più.

Da Chiambretti, dove ricopre il ruolo di Presidente della Repubblica delle Donne, canta spesso.

Crede in me e mi permette di cantare quello che voglio. Lui, in assoluto, è il conduttore più geniale dell’etere e io, in quel contesto, mi sento a casa.

Qualche settimana fa, da Chiambretti, ha ritrovato la sua amica Amanda Lear.

È un rapporto d’amore e odio il nostro. Un giorno ci amiamo, l’altro, invece, nemmeno ci salutiamo. Oggi la trovo migliorata. La sento più libera e serena. Ancora mi ricordo quando la incontrai a una sfilata in Piazza di Spagna. C’erano le modelle più belle del mondo e lei, guardandole, mi disse: “Cristiano, andiamocene. C’è troppa puzza di f**a!”.

Dove si sente più capito dalla d’Urso o da Chiambretti?

Da entrambi, essendo loro due grandi professionisti.

Cristiano Malgioglio @ La Repubblica delle Donne

Non si sbottona mai..

Mi sbottono, ma sarà difficile sentirmi parlare male di qualcuno. 

La provoco. La Venier, poco prima di iniziare la su Domenica In, disse: “Malgioglio l’avrei chiamato, ma non piace al direttore di Rai1”.

Faccio fatica a credere che Mara possa aver detto una cosa simile. Non ci sentiamo tutti i giorni, ma ci vogliamo molto bene. Lei conosce delle cose del mio privato che non sanno nemmeno i miei familiari. Non le nascondo che quando lessi quell’intervista ci rimasi molto male, ma ora è caduto tutto in prescrizione e non vedo l’ora di riabbracciarla. 

Le piace la sua Domenica In?

Molto. Sia lei che Barbara stanno facendo un bello spettacolo. Al contrario di quel che si può pensare, hanno due programmi molto diversi tra di loro.

A Domenica Live ha incontrato Salvini. Ha speso belle parole per lui..

Parla alla pancia delle persone. Dice quello che la gente ha bisogno di sentirsi dire e mi piace molto il suo voler stare sempre in mezzo alle persone. Spero porti a termine le promesse fatte, visti i tanti voti ricevuti. La demagogia è una cosa che mi manda su tutte le furie.

Il mondo gay, però, non ha preso bene le sue dichiarazioni. Salvini non è così friendly come crede.

Guardi: io non so se Salvini sia omofobo, o meno. Ho espresso solo un mio parere sul suo modo di lavorare. Con me è stato molto cortese e spero che dal nostro incontro possa capire che siamo tutti uguali e che non ci dovranno più essere disparità tra cittadini.

Le hanno mai chiesto di scendere in politica?

Uh, un sacco di volte. Sarei un populista perfetto. Mi occuperei degli anziani, delle loro pensioni e delle varie case di cura. Poi mi dedicherei al mondo del lavoro e al mondo lgbt. Ci vuole subito una legge contro l’omofobia.

Le proposte più a destra o a sinistra?

Direi un bel cinquanta e cinquanta. 

E non l’affascina il potere?

No, assolutamente. Mi basta sapere che sono tra le tre statuette più vendute per il presepe. Mi supera solo Ronaldo.

Le piace questo governo?

A me piacciono quelli che portano a termine quello che hanno promesso. Se Salvini e Di Maio riusciranno a portare avanti quanto detto in campagna elettorale, sarò contento. Se non lo faranno, ce ne ricorderemo alle prossime elezioni. Deve sapere che prima di entrare in cabina elettorale mi faccio sempre il segno della croce, ma non mi chieda chi ho votato. Appena esco dalla cabina, rimuovo. Mi piace Salvini, ma anche Renzi. Bersani, poi, mi fa sentire protetto.

E Di Maio?

È un giovane. Diamogli tempo.

Tra poco sarà Natale.

Un incubo. Da quando sono volati in cielo i miei genitori, non festeggio più. 

Vorrebbe trovare qualcosa sotto l’albero?

Mmm, no. Non posso chiedere di più. 

E io che pensavo mi rispondesse: “un uomo”.

Io, l’amore, l’ho trovato. È un ritorno di fiamma, a dire il vero. Un ragazzo, più giovane, con cui ho condiviso due anni della mia vita. Viveva in Canada, ma è tornato qui per riconquistarmi. Partiremo assieme, a breve, per il Brasile. Presenterò lì il mio disco e poi lui tornerà dalle sue parti, mentre io me ne andrò un po’ a Cuba. 

Ogni volta che nomina Cuba, la gente ride.

Perché sono maliziosi. Io, lì, ho adottato tanti bambini e passerò la fine dell’anno con loro.