DIAMO I VOTI ALLA TV

Un occhio gay per la tele-etero. Dall’inclassificabile ritorno di Vanna Marchi al deprimente scontro Zequila-Pappalardo, fino alla Ventura, Enrico Ruggeri e al successo della Marcuzzi al GF.

LA PAGELLA DI LELE
tutto il meglio e il peggio della tv
nella settimana appena trascorsa

Il ritorno di Vanna MarchiNon classificabile
Alla scarsa recitazione della ex televenditrice Vanna Marchi
che vediamo scusarsi e piangere di fronte ai giudici e che dichiara di sentirsi una “Biippp…” ogni volta che viene accusata di truffa.
Beh, sicuramente ha fatto un po’ di tenerezza vedere le tre dita di cerone colarle sul viso per via di quelle lacrime da coccodrillo. Ma fa certamente più tristezza pensare a tutte quelle persone che hanno dato fior fiori di milioni delle vecchie lire per ricevere in cambio una manciata di sale “magico”.
E dopo il chiacchierato ritorno del duo Marchi e figlia su una televisione locale con l’opinabile “Tremate tremate le streghe son tornate”, le due dichiarano di non essere più riuscite a lavorare perchè nessuno le vuole.
Noi scommettiamo però che in qualche fabbrica del nord Italia un lavoro come operaie turniste lo troverebbero certamente… o forse le “dive” per lavorare sperano nella conduzione del prossimo festival di Sanremo?

Il litigio Zequila Pappalardo

1 +
Al match più folle nella storia della televisione italiana.

Protagonisti due “star” dell’Isola della “Telegattona” Simona Ventura. Antonio Zequila e Adriano Pappalardo, a suon di insulti e di minacce hanno fatto in modo che il contenitore domenicale di mamma Rai condotto da zia Mara venisse chiuso per una settimana di riflessione.
La conclusione è che Antonio Zequila dopo essersi guadagnato la notorietà da anni ricercata grazie ad un paio di mutande, sia stato definito dal direttore di Rai 1, non adatto ai contenuti del canale e quindi il divieto assoluto di poterlo invitare in altre trasmissioni.
Andy Warhol aveva detto “ognuno di noi sarà famoso per 15 minuti”. Zequila lo è stato per 4 mesi e ora non gli resta altro che confidare in Mediaset.
E se Adriano Pappalardo dopo “Ricominciamo” lo ricordiamo solo per la sua memorabile crisi d’astinenza da fumo pur non avendo mai fumato, cosa potrà mai inventare ora per lasciare altri segni così indelebili nella storia della nostra tv?
Entrambi si sono uccisi con le loro mani.

La Ventura e il suo agente

6=
A colui che in televisione non va mai ma senza il quale la televisione non avrebbe più motivo di esistere.

Tronisti, corteggiatori, veline, letterine, attori, attrici, provengono dalla scuderia del Manager più importante d’Italia, Lele Mora.
E’ notizia di questa settimana che Simona Ventura, carta vincente della sua agenzia, l’abbia abbandonato per motivi ancora misteriosi. C’è chi sussurra che il tutto sia avvenuto per via di alcune fotografie scomode fatte dall’agenzia di Fabrizio Corona che, guardacaso, fa parte dell’agenzia di Lele Mora.
E dopo questa grande perdita, siamo curiosi di vedere se gli uffici di viale Monza a Milano, dove si trova la sede dell’agenzia del Manager, saranno ancora un via vai di ragazzi e ragazze pronti a far di tutto pur di guadagnarsi qualche apparizione televisiva.

Il successo tv di Enrico Ruggeri

7+
Per il boom di ascolti de “Il Bivio, cosa sarebbe successo se…”.

La settimana precedente si raccontava la storia apparsa su tutti i giornali di quella donna che, sposata e con una figlia, ha deciso di cambiare sesso e diventare “Christian” per sposare la sua ex compagna di scuola.
Questa settimana Enrico Ruggeri ha allietato la serata di Italia 1 raccontando la storia di Federica che da benzinaia è passata ad essere un’attrice hard di successo. Il tutto all’insaputa della madre che probabilmente continuava a pensarla tra le pompe… di benzina.
Soddisfatto Ruggeri che ha ottenuto quasi un 17% di share in seconda serata e che ringrazia con gioia il direttore di rete per avergli dato la possibilità di fare questa esperienza.
Un meritato 7+ quindi per i buoni ascolti del programma e per le storie curiose ma noi tutti ci chiediamo… “Cosa sarebbe successo se… Ruggeri fosse rimasto ad allietarci con le sue canzoni senza passare in tv?”

Leggi   Osmosis, una storia d'amore gay nella nuova serie sci-fi Netflix

Il GF di Alessia Marcuzzi

10
Ad Alessia Marcuzzi e alla sfida che per ora sembrerebbe aver vinto.

Se qualcuno malignava il successo della prima puntata ricollegandolo alla curiosità nello scoprire i concorrenti, la seconda puntata ha comunque ottenuto ascolti altissimi: 7 milioni 495 mila telespettatori per uno share medio del 33,99%.
E udite udite, “Grande Fratello live” in terza serata ha ottenuto più del 36% di share lasciando a bocca asciutta il “Porta a Porta” di Vespa con uno scarso 17%.
A Mediaset per il grande fratello post “Zia Barbara D’Urso” tutti volevano Sabrina Ferilli alla conduzione. Ma mister Endemol Bassetti ha puntato tutto sulla Marcuzzi, vincendo su tutti i fronti.
Forza Alessia…e benvenuta nel mondo dei reality.

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Televisione.

di Raffaele Masneri