«DIO È OMOSESSUALE»

La più schietta degli abitanti della casa confessa i suoi (tanti) scheletri nell’armadio. Dominic confessa il suo debole per i maschi del GF e ci parla della sua fede in Dio, che per lei sarebbe gay.

Più che un intervista con l’ennesima neo-vip sembra di stare al telefono con un amica di vecchia data con cui si scambiano confidenze leggere, ma anche opinioni su argomenti seri come i DiCo. Una chiacchierata spesso interrotta dalle risate contagiose della incontenibile ispanica arrivata in Italia quattro anni fa, in un paese che le ha dato tanto, per ultimo la popolarità grazie al programma di Canale 5, ma di cui non condivide l’atteggiamento diffuso nei confronti dell’omosessualità e l’ostilità ancora dilagante verso la legittimazione delle coppie di fatto. Comprensibile: Dominic è cresciuta nella civilissima Spagna, dove ammette di aver frequentato molti locali gay, dark room comprese. Perché una curiosa come lei non poteva farsi scappare l’occasione di scoprire cosa succede nelle sale dove regna il buio.

A 30 anni nella casa del Grande Fratello. Perché hai deciso di intraprendere questa avventura?
Intanto io non ho avevo fatto nessun casting prima. Ho sempre preferito un lavoro sicuro, perché avevo bisogno di soldi. Sono voluta entrare nella casa perché avevo la sensazione che potevo dimostrare al pubblico la persona che sono.

Il bisogno di soldi c’entra qualcosa?

Certo, prima di tutto per i soldi. Volevo guadagnare abbastanza per riuscire a fare qualche cosa.

Cosa ti aspetti da questa esperienza? Cosa ti piacerebbe fare nel mondo dello spettacolo?
Mi piacerebbe fare quei programmi in cui si prende in giro la gente, come Le Iene, o delle piccole presentazioni come il Festivalbar, dove ci sia dinamicità, e tanti cantanti.

Con quale tuo coinquilino proprio non sei riuscita a legare?
Faccio una premessa, e cioè che io per giudicare una persona devo prima conoscerla. Così la prima settimana volevamo conoscerci e non c’era nessuno che non mi piacesse. Posso dirti che mi ha molto dato fastidio l’atteggiamento di Salvatore con un certo suo modo di fare adottato quando mi sono traovata in nomination. Dopo lo sopportavo poco perché c’era qualcosa che volevo dirgli in faccia e non sapevo come fare, e ho evitato di avere a che fare con lui.

Secondo te perché la gente da casa ha deciso di farti uscire con quella percentuale così alta?
A questo posso rispondere che non so che immagini sono uscite di me, sicuramente non è venuta fuori la vera Dominic. Hanno fatto vedere soprattutto le mie liti, e non i miei momenti di armonia e felicità.

Ti suggeriamo anche  Gianna Nannini torna a parlare: "Sono anarchica e pansessuale"

Da buona spagnola sanguigna e sincera, chi era il bonone della situazione dentro la casa?
Uno Raniero e l’altro Alessandro.

Tu personalmente chi preferisci?
Sicuramente Alessandro, perché mi piace sia fisicamente sia per come si veste. Mi intriga quel genere di persona tranquilla. Raniero ha un bellissimo fisico ma non è il mio tipo. Può esser l’amico pazzo con cui condividere le mie avventure.

Il classico bono che però a te non ti dice più di tanto?
È vero, non mi dice pù di tanto.

Cosa non ti piace di lui?
Allora, posso dire che Raniero sta rimanendo nell’ombra della ragazza che ha scelto all’interno della casa (Mirela, ndr), perché vedo che lei ha molto più carattere. Ma questi sono aspetti che si possono percepire solo stando lì dentro, perché con i tagli televisivi da casa si percepisce tutto in modo diverso.

Ma non hai mai sentito nella casa la voglia di fare sesso con qualcuno o comunque di baciarti con qualcuno?
Guarda…

Continua in seconda pagina^d

Ma non hai mai sentito nella casa la voglia di fare sesso con qualcuno o comunque di baciarti con qualcuno?
Guarda ti posso dire che i belli me li sarei baciati tutti (ride e come se ride!, ndr).

Dunque avresti baciato Alessandro e Raniero…
Non solo, anche Michele.

E di uno strano come Massimo che mi dici?
No, Massimo no e neanche Gabriele. Andrea non te lo classifico neanche perché ha un modo di fare che è troppo divertente. Non è che adesso io sono quella che fa tutto con tutti. Capito?

Ti saresti spinta fino al sesso?
Non credo, perché io queste cose me le tengo più per me. La prima cosa che si pensa è alla mamma, al fatto che lei ti possa vedere e a cosa possa pensare. Non avendo la mamma in Italia, potevo fare tutto quello che volevo, ma essendo molto riservata sia per l’educazione della mia infanzia, sia per le mie relazioni personali, ho preferito non far nulla. Mi difendo, anzi non mi difendo, mi copro delle cose intime, e non lo farei per me stessa, perché sarei un po’ banale.

Ti suggeriamo anche  Grande Fratello Vip: neppure Cristiano Malgioglio ci sarà?

A me è stata detta una cosa e cioè che hai avuto relazioni omosessuali, e pare che tu stessa l’abbia dichiarato. Me lo confermi?
Guarda, questa è la mia vita privata e la mantengo privato.

Oggi ti sembra tutto perfetto, ma in passato, come tu stessa hai dichiarato, hai fatto molti lavori umili per aiutare le tue sorelle e la tua famiglia. Qual è stata l’umiliazione più grande che hai subito nella tua vita?
Per quanto riguarda il lavoro sono soddisfatta, perché ho cercato sempre di essere indipendente e di dare una mano alla mia famiglia. Per quanto riguarda l’umiliazione, devo confessarti più che una umiliazione la vergogna più grande che ho provato nella mia vita. Ero appena arrivata qui in Italia e sono andata a fare la depilazione in un beauty center, e ho preso uno smalto per le unghie pensando che nessuno mi potesse vedere.

In che senso l’hai preso? Lo hai rubato?
Si, e nel negozio c’erano le telecamere, quindi appena stavo per uscire è scattato l’allarme. Ancora ogni volta che ci penso mi viene una vergogna pazzesca. Non lo faccio più, te lo dico! È stata la prima e l’ultima volta. Non lo faccio mai più, promesso! Capito?

Che rapporto hai con la fede?
Sono molto credente. Tutte le notti faccio le mie preghierine, come quando ero bambina, facendomi il segno della croce e aggiungendo i miei pensieri per i familiari. Anche oggi prego Dio per ciò che sarà la mia vita, per ciò che mi toccherà fare, e poi rivolgo sempre un pensiero alle persone a cui voglio bene.

La Spagna, tua terra natia, è molto cattolica, eppure lì le coppie di fatto sono tutelate.
Ma la Chiesa chi deve perdonare? Le persone omosessuali? Ma stiamo scherzando! Se Dio ci ha fatto a sua immagine e somiglianza, vuol dire che Dio è un omosessuale anche lui. Non è stipulato da nessuna parte che due persone dello stesso sesso non possano stare insieme.

Allora perché la Chiesa ostacola così fortemente gli omosessuali?
Su questo non posso dirti realmente cosa penso.

Ti suggeriamo anche  Franca Leosini: "Io, I gay, la Misseri e le mie Storie Maledette"

Insisto perchè ti considero una sanguigna e vera…
Innanzitutto il Vaticano è il paese che conta la maggiore presenza di uomini per metro quadro e dove ci sono un gran numero di omosessuali, che però si nascondono. E poi chi se ne frega di quello che dicono loro? La Chiesa mette il popolo in condizione di credere a ciò che loro vogliono, come la famosa storia del preservativo, il cui uso è considerano peccato. Loro fanno come gli pare. Devono lasciare libera la gente di fare quello che gli pare, anche perché non fanno male a nessuno.

La tua, insomma, è una delle tante voci a favore dei Dico?
Certo, perché è giusto che gli omosessuali legalizzino il loro amore. Tutti abbiamo diritto all’amore. Sono anche a favore delle adozioni per le coppie dello stesso sesso, perché non importa ciò che il vicino può pensare, ma l’affetto che al bambino viene dato. Si deve smettere di pensare che due genitori omosessuali possano trasmettere al bambino delle infermità. I gay esistono, vivono e fanno parte della nostra società e non si possono ignorare. Usciamo tutti dall’armadio e diciamo le cose come stanno.

Inutile chiederti se sei stata in un locale gay. Sarebbe forse lecito domandarti se qualche volta sei andata in un locale etero…
Sono stata anche nella sala oscura. Io sono una persona che ama conoscere e vedere le cose.

E che hai fatto nella dark room?
(Ride tantissimo, ndr) Non sai davvero cosa si fa?

No, non lo so. Raccontamelo tu!
Nella sala oscura si può fare quello che tu vuoi. Si mettono le coppiette, si mettono da single per vedere cosa c’è.

Ma se è così buia, come hai fatto a vedere cosa succede?
Perché la gente metteva le mani e ti toccava, e se ci stavi potevi rimanere. Io ero di passaggio con una mia amica.

Una curiosità. Qual è la cosa più pazza che hai fatto sessualmente?
Per me niente è strano, qualsiasi gioco va bene. Più siamo e più ridiamo, no?

Vabbè Dominic ho capito, sei una matta!

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Televisione.

di Michele Sabia