La critica americana elogia l’avvocato transgender Laverne Cox nella nuova serie Doubt

di

Un ruolo innovativo e decisamente non stereotipato.

CONDIVIDI
53 Condivisioni Facebook 53 Twitter Google WhatsApp
6409 1

Ha esordito il 15 febbraio sulla CBS Doubt, ennesimo legal drama con protagonista Katherine Heigl, indimenticata protagonista di Grey’s Anatomy. Oltre 5 milioni di telespettatori per il pilot, particolarmente apprezzato dalla critica grazie anche al variegato cast, che comprende Dulé Hill, Dreama Walker, Elliott Gould, Kobi Libii e soprattutto Laverne Cox, volto di Orange is the New Black nonché transgender più celebre ed amata del piccolo schermo.

Proprio il suo ruolo, quello di un’avvocatessa che lotta per i diritti dei transgender, ha colpito la stampa e il pubblico, soprattutto nel modo in cui il suo personaggio si presenta ed evolve sin dalle prime puntate. Se nei primi due episodi la sua identità di genere verrà affrontata, già a partire dal terzo, quando un collega proverà a flirtare con lei, le cose cambieranno. Perché il fatto che sia transessuale non verrà mai esplicitato, non entrerà mai nella conversazione, con la sua identità che non verrà quindi sfruttata bensì semplicemente rappresentata. Scene romantiche, quelle affrontate dal personaggio di Laverne, assolutamente inedite in ambito televisivo.

‘Mi sentivo innovativa… quando abbiamo iniziato a girare questa parte. Ho pensato, “va bene, questo è qualcosa che non ho mai visto in tv. Non avevo personalmente mai visto sulla televisione nazionale una donna trans essere corteggiata da un uomo identificato come eterosessuale, sapendo che lei è transgender. È una cosa rivoluzionaria, che sembra innovativa’.

Serie legal più vicina con le sue cause ai ‘comuni mortali’, Doubt segue una serie di avvocati guidati dalla brillante Sadie Ellis, ovvero la Heigl, che inciampa sui facili sentimenti nei confronti di un suo cliente, chirurgo pediatrico accusato dell’omicidio della fidanzata.

13 gli episodi di questa prima stagione, al momento ancora senza distribuzione per il mercato italiano.

Leggi   Cuba, dopo l'addio dei Castro si avvicina il matrimonio egualitario
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...