EROS DA BERE

Ramazzotti, naturalmente. E’ lui l’Eros nazionale. Sexy e baciato dal successo: fa un disco ed è un trionfo planetario. Con quell’aria da "ragazzo di vita", di lui ne hanno dette tante, ma ora le malelingue devono arrendersi…

Eccolo, l’Eros de noantri. E’ sexy, non c’è che dire. Un po’ buzzicone per quelli col palato raffinato (che preferiscono Nek), da morirci dietro per quelli che hanno gusti più ‘sanguigni’.

L’aria da borgataro romano non gliela leva infatti nessuno, all’Eros nazionale: le voci maligne di Roma ne dicevano tante sul suo conto, quando aveva il bel faccino dei ragazzi alla Pasolini. Ora che la maturità gli dona fascino meno acerbo (ma l’aria da ragazzo un po’ vissuto c’è sempre), le voci tacciono. Si sono arrese? Che sia stato o no una specie di ragazzo di vita, adesso è forse il cantante italiano che ha più successo nel mondo. E certe malelingue dovrebbero smetterla di pensare che le due cose siano collegate, e che con quella voce da anatra strozzata non avrebbe mai potuto avere il successo di un Morandi o di un Celentano, che di ugola ne hanno da vendere…