Eva la romantica giura: “Gabriel Garko non è gay”.

La bella attrice veronese racconta il suo lavoro e il rapporto con gli uomini e con l’amore. E’ una fan di Luxuria e ama divertirsi nei locali gay.

Se la immaginate come una  mangiatrice di uomini, vi sbagliate di grosso. Perché Eva Grimaldi, si sa, è davvero bellissima, ma è una donna estremamente fragile in amore, che ci confessa di aver versato fiumi di lacrime per i suoi uomini. Tra i suoi ex, il bellissimo Gabriel Garko, di cui Eva è stanca di parlare, ma dice la sua sulle presunte voci che lo vorrebbero omosessuale. Bilanci e progetti dell’attrice veronese, che scopriamo essere cresciuta a ‘pane e gay’, e che adora le trans!!

Iniziamo dal nostro incontro al Gay Village, durante la serata in cui si è esibita Vladimir Luxuria. Quella sera abbiamo visto una Eva scatenatissima e disinibita. Merito di un manifestazione omosessuale?

Do merito anche a me stessa ed al momento che sto vivendo: la splendida storia d’amore con mio marito. Ma devo dire che nei locali gay ci sto davvero benissimo. Dico sempre che sono cresciuta sin da bambina ‘a pane e gay’ .

Hai avuto fratelli o cugini omosessuali?

No, ma da piccola facevo la benzinaia, ed i miei clienti gay sono diventati anche i miei più cari amici. Sognavo attraverso i loro racconti, in cui mi parlavano di attrici hollywoodiane e film americani, rimanendo a bocca aperta.  

Hai dichiarato che, quando facevi la benzinaia, i clienti più precisi nei pagamenti erano gay e prostitute…

E’ vero! Erano trans, gay e prostitute. Degli omosessuali mi colpiva questa puntualità, e non solo nel pagamento, che sfiorava la perfezione. Poi magari l’avvocato o l’imprenditore etero mettevano tutto in conto.

Tornando al nostro incontro, ti ho vista seguire con entusiasmo lo spettacolo di Luxuria. E’ vero che sei una sua fan?Trovo che Vladimir sia molto coraggiosa, ed ha la capacità di dire le cose come stanno. E’ brava, molto brava!!

Tu e Vladimir avete anche recitato insieme…

Sì, con lei ho avuto il piacere di lavorare insieme in teatro nella commedia ‘Che fine ha fatto Cenerentola?’. E’ una bravissima attrice, e si sta imponendo molto bene anche a livello politico, sostenendo le idee del mondo omosessuale, impresa non semplice se si pensa che viviamo in un contesto di falso perbenismo. E poi mi incuriosisce anche questa sua ricerca di un look nuovo.

Ed ultimamente hai lavorato con Juana Jimenez, con cui hai girato ‘Mogli a pezzi’, fiction che andrà in onda prossimamente su Canale5…

Di Juana ho avuto un impressione bellissima. E’ una brava attrice, ed e’ stata professionale, educatissima, e senza manie di divismo. Molte creano problemi sul set, mentre lei è stata meravigliosa. Pensa che ha portato con sé anche il suo truccatore, che ho scoperto, con mia grande sorpresa, essere anche il mio.

Ti suggeriamo anche  Festival Mix Milano: i film vincitori e il premio speciale a Mika

I tuoi prossimi progetti lavorativi?

Ce ne sono due. Si parte con la fiction ‘Caterina e le sue figlie’, a partire dal 9 Settembre su Canale5, dove reciterò accanto a Virna Lisi ed Iva Zanicchi. Il mio ruolo è quello di Eleonora, una donna che ha un negozio di abbigliamento in un paesino, e che sconvolgerà la piccola comunità. Non posso però dirti come, ma ti anticipo che il mio personaggio metterà in subbuglio l’intero paese.

L’altro progetto?

Sto girando ‘Mogli a pezzi’, fiction a metà tra ‘Sex and the city’ e ‘Desperate Housewives’, che andrà in onda il 27 Dicembre su Canale5. Sarò una delle protagoniste, ed interpreterò la moglie di un assessore. All’inizio sarò bruttina e trascurata, con i capelli tenuti da un cerchietto, le labbra sottili, tutta un po’ pariolina e bigotta. Ma

grazie alle mie amiche, riuscirò ad uscire fuori da questo ruolo della donna un po’ sottomessa e succube del proprio marito. E’ un ruolo bellissimo perché si vedrà, durante il film, la trasformazione del mio personaggio.

Questa donna che interpreterai in ‘Mogli a pezzi’, sembra somigliare molto alla Eva che hai detto di essere. In passato hai infatti dichiarato di essere sempre stata divorata dagli uomini. In che senso?La mia fisicità mi ha sempre fatto apparire come una donna forte e come una mangiatrici di uomini, invece sono sempre stati loro a divorare me. Io sono tutto il contrario di quello che sembro, sono molto dolce, romantica e sensibile. Quindi alla fine sono sempre stata cornuta e sola. 

Però adesso stai vivendo una splendida storia d’amore con tuo marito, vero?E’ un matrimonio fatto con amore e sta andando avanti alla grande.

 

In passato sei stata accanto ad uno degli uomini più desiderati sia da donne che da uomini. Parlo ovviamente del tuo ex Gabriel Garko. Con lui, subito dopo esservi lasciati, hai dovuto girare ‘Il bello delle donne’. E’ stato difficile?E’ stata molto dura, ma ormai è una cosa superata, anzi siamo riusciti a costruire un bel rapporto di amicizia. 

Ti suggeriamo anche  Papa Francesco: "Il matrimonio è tra uomo e donna, è la natura delle cose"

Però so che ti fastidio parlarne?Semplicemente credo di aver esaurito tutte le mie parole sulla storia con Gabriel. Vorrei, quando mi si chiede di parlare del ‘Bello delle donne’, che non mi si domandasse solo di quanto è stato difficile recitare accanto al mio ex, ma anche del bellissimo personaggio che ho interpretato in quella serie. Infatti quel personaggio ha segnato davvero una svolta importante nella mia carriera.

Ci arriviamo tra un attimo, ma chiudiamo il capitolo Garko con una domanda d’obbligo. Sono molte le voci che circolano su una presunta omosessualità o bisessualità di Gabriel Garko. A proposito cosa puoi dirmi?Ripeto, io voglio parlare di me stessa e del mio lavoro. Sono stata fidanzata con un uomo per 4 anni, e credo di saper riconoscere se un uomo è eterosessuale o omosessuale!

Voci dunque frutto solo dell’invidia?Per forza! Tanto se una donna è bella è una mignotta, se un uomo è bello è frocio. E’ un classico.

Facendo un salto nel passato, torno proprio al ruolo che hai interpretato nel ‘Bello delle donne’, quello di Elfride, una donna che per amore è arrivata addirittura alla follia. Un ruolo importante..

Prima del ‘Bello delle donne’ mi presentavano solo copioni e ruoli da bonazza. Il personaggio di Elfride, invece, è stato un ruolo drammatico, che ha segnato il passaggio da interpretazioni leggere ed un po’ frivole a quelle impegnate.

Se tra le proposte lavorative arrivasse quella per partecipare ad un reality, accetteresti?

Me lo hanno già chiesto, ma ho rifiutato. La mattina quando mi sveglio deve potermi vedere solo mio marito. 

Paura del giudizio e delle critiche della gente?

Non è la paura di non piacere, anche perché quando mi sveglio non sono un mostro. E’ una questione di intimità.

Sei una donna straordinariamente bella. Quali sono i segreti della tua bellezza?

L’acqua, le ore di sonno fatte di notte, perché solo nelle ore notturne le cellule del viso si rigenerano, ed un alimentazione corretta. Il segreto sta nel condurre una vita più semplice e più sana possibile.

Proprio prima di iniziare la tua carriera come attrice pesavi 15 chili di troppo. Sei mai stata discriminata per il tuo aspetto fisico?

No, anche perché appena sono stata notata, mi sono messa immediatamente a dieta, per cui la maggior parte degli addetti ai lavori di questo mondo non ha fatto nemmeno in tempo a vedere questi 15 chili di troppo.

Ti suggeriamo anche  Pedro Almodovar contro il Papa: "non sta facendo a sufficienza contro gli abusi dei preti pedofili"

Sono molte però le ragazze che, sognando di far parte del mondo della moda o della televisione, si conformano a modelli di magrezza esagerati, spesso un must in questi ambienti. Quasi sempre però diete esagerate possono nuocere alla salute. Eva cosa consiglia a queste ragazze?

Le donne magre mi sono sempre piaciute, ma credo che il corpo di una donna debba essere anche abbastanza morbido. Mi stupisce che, anche se si parli della piaga dell’anoressia da tempo, ed anche se lo stesso mondo della moda abbia spesso messo in guardia le ragazze da questo male subdolo, sui set fotografici vengano poi portate ragazze di una magrezza spaventosa. Le pagine dei giornali sono piene di pubblicità che ritraggono modelle scarne.

Di chi è la responsabilità secondo te?Credo che alla base di questo problema ci sia sempre il rapporto tra genitori e figli. Un padre ed una madre hanno l’obbligo di parlare con i loro figli e controllarli. Se, ad esempio, nel caso dell’anoressia, vedi che una figlia dimagrisce sempre più, bisogna prendere immediatamente dei provvedimenti.

Tu che tipo di rapporto avevi da ragazzina con la tua famiglia?Io avevo i miei fratelli che mi controllavano durante la giornata, perché i miei genitori uscivano presto al mattino per andare a lavorare. Il controllo è fondamentale.  

Credi che oggi i genitori siano molto permissivi con i figli?

Assolutamente sì, ma credo anche che il ruolo della madre è quello più difficile che esista su questa terra.

Qual è il tuo rimpianto più grande?

Non ho rimpianti ed è la conquista più bella che ho ottenuto nella mia vita. Ho sempre fatto tutto quello che ho voluto.

Chi è in grado di suscitarti immediatamente un sorriso?

Senza dubbio mio marito.

Chi una lacrima?

Mia mamma, perché non è più giovane e le voglio un sacco di bene.

L’amore, nella tua vita, rappresenta la priorità in assoluto, mi sembra di capire…

Viviamo d’amore, quello per i figli, per i genitori, per la casa, per gli animali,  e l’amore per tutto ciò che ci circonda.

Però l’amore fa anche soffrire molto…

Ho versato fiumi di lacrime nella mia vita per amore!!

di Michele Sabia