GF3: E SE NASCE L’AMORE GAY?

di

Marianella, le cui preferenze lesbiche sono sempre più dichiarate nella casa, ci prova con Angela. Che sembra gradire. Intanto Raffello attira l'attenzione palpando le tette delle amiche.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1273 0

Lentamente, Marianella sta trovando il coraggio di confidarsi con altri coinquilini, rivelando loro le sue preferenze sessuali. Dopo Fedro, che a sua volta aveva informato Claudia, Marianella aveva parlato con Andrea.

Ora anche Sergio è il depositario di questa verità. A lui Marianella confida di desiderare allacciare rapporti più stretti con Angela, ma di trovare in lei delle resistenze. Forse perché si sente incapace di comunicare a parole, la toscana ha cercato recentemente un contatto fisico che stabilisse una intimità tra donne di tipo speciale. Così, mentre la rossa parlava delle sue mestruazioni e di come queste rendano più turgido il seno, Marianella ha voluto – è il caso di dirlo – toccare con mano e “zac” ha appioppato ad Angela una sonora palpata di tetta. E dire che la barese sembra persino aver gradito…

Dall’altro lato, c’è il comportamento misterioso di Raffaello. Considerato come una presenza “assente” il giovane skipper ha mantenuto un profilo decisamente anonimo, senza far parlare di sé né nel bene, né nel male. Ora qualche piccolo particolare comincia ad emergere, e risulta essere particolarmente sorprendente. Pare, infatti, che il toscano si sia dato da fare, in maniera peraltro poco carina, prima con Claudia e poi con Angela. Alla maceratese, Raffaello avrebbe tentato di toccare le tette con… l’antenna del radio microfono, mentre alla rossa avrebbe palpeggiato il decolleté con la scusa di spiegare la particolare scollatura del suo costume di carnevale.

Ok: può darsi che Raffello, evidentemente ancora a disagio tra le mura della casa di Cinecittà, si sbilanci a volte in atteggiamenti non proprio ortodossi, ma non ci sembra di farne unca so nazionale. Né le due verginelle possono urlare allo scandalo per una innocente palpatina. Vogliamo o no parlare il linguaggio del corpo?

di Alessandro Federici

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...