Grande Fratello Vip 3, Claudio Sona scartato perché ‘troppo poco gay’?

di

Troppo poco 'macchietta'. Davide Maggio denuncia l'esclusione di Claudio Sona dal GF Vip con una folle motivazione.

CONDIVIDI
489 Condivisioni Facebook 489 Twitter Google WhatsApp
118081 3

Tra poco più di un mese la casa più spiata d’Italia riaprirà la propria celebre porta rossa per la 3° edizione del Grande Fratello Vip.

Casting in corso, ovviamente, con un clamoroso rumor diventato realtà nelle ultime ore. Claudio Sona, primo storico tronista dichiaratamente gay di Uomini e Donne, sarebbe stato scartato perché troppo ‘poco gay’. A noi sono arrivate voci di questo tipo da credibili figure vicine allo show, con gli autori del programma e la casa di produzione Endemol evidentemente poco convinti dal profilo di Sona, a quanto pare esageratamente lontano da quei cliché tipicamente televisivi dell’omosessuale medio.

“Al GF Vip se un gay non ha le piume, i boa, gli strass e le pailettes non entra”, ha rilanciato su Instagram Stories il giornalista Davide Maggio, manager di Claudio, dando vita all’immancabile dibattito.

Se tutto ciò fosse vero sarebbe abbastanza surreale, perché Claudio ‘nasce’ letteralmente a Mediaset grazie al programma di Maria De Filippi, ma al Grande Fratello, che in passato ha abbracciato omosessuali dichiarati come Cristiano Malgioglio, Angelo Sanzio, Baye Dame, Kevin Lopez e Maicol Berti, vorrebbero una figura evidentemente meno maschile e più ‘esplicita’, per non dire rassicurante, nei confronti di quel pubblico televisivo a cui la macchietta non deve proprio mancare.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...