I tamarri di Jersey Shore via da Firenze

di

Dopo il tamponamento con la Polizia municipale, le risse e gli schiamazzi, la produzione pensa di spostare la location altrove. Per i dieci giorni che restano si pensa...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4112 0

Sfratto esecutivo per i tamarri di Jersey News da Firenze. O meglio, pare che la decisione di cambiare location, dopo ben tre settimane dall’arrivo nel capoluogo toscano, sarebbe della stessa produzione. Troppi problemi e una città che, infondo, quegli otto truzzi davvero non li vuole. Non a caso pare siano comparsi degli striscioni con scritto "Jersey Shore? No thanks" e che alcuni fiorentini abbiano dichiarato sdegnati "Perché non se ne vanno? Sono un mucchio di idioti. Tutto questo casino per cinque cretini". Per non parlare del tamponamento alla macchina della polizia municipale e dei 350 dollari di multe accumulati in pochi giorni.

Insomma, sencondo il New York Post, durante la loro permanenza a Firenze gli otto protagonisti del reality show Made in Usa avrebbero assorbito "più carboidrati che cultura". E che dire del sindaco in persona, Matteo Renzi, mai stato particolarmente entusiasta dell’arrivo dei guidos e delle guidettes in città cui aveva imposto il divieto di farsi riprendere mentre bevevano e di usare gli Uffizi come set per lo show.

Loro, certo, non hanno fatto molto per farsi amare. L’unico ad aver pronunciato due parole in Italiano, nonostante tutti siano di origini italiane, è stato Mike The Situation Sorrentino, che si è sperticato in un "Vuoi una pizza" e "Palo un po’ di italiano, o almeno ci provo". E poi schiamazzi e risse come quella tra Mike e Ronnie.

Insomma Firenze sembra non essere proprio per niente il luogo adatto a otto personaggi di tale portata e al loro reality show. E’ per questo che per i dieci giorni di riprese che rimangono pare che la produzione stia pensando ad un luogo più adatto. Circolano i nomi di Rimini o Riccione, ma qualcuno ipotizza anche la ricerca di qualche parente di uno dei protagonisti, tanto per farli sentire più a proprio agio.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...