JILL: PENSO IO ALLE VOSTRE CURVE

La vulcanica Jill Cooper è il volto amico di chiunque tenga al proprio fisico. Con il suo simpatico accento americano Jill ci fa compagnia mentre si allena con un sacco di bei ragazzi gay.

Grinta ed energia da vendere: queste sono le caratteristiche del volto più sportivo di Mediaset. Jill Cooper ha allenato per ben due stagioni i ragazzi della scuola di Amici di Maria De Filippi, e per un anno intero si è occupata della forma fisica di milioni di italiani tenendo lezioni di fitness nello spazio televisivo di Unomattina. Oggi, ad un passo dal suo secondo matrimonio e dalla sua nuova vita, Jill ha creato una nuova tecnica di allenamento, The Program, che promette risultati sulla forma fisica in soli 30 giorni attraverso movimenti semplici ed una grande dose di passione. La più grande esperta di fitness e benessere regala alla comunità di Gay.it, sempre molto attenta alla propria forma fisica, preziosi consigli per non arrivare impreparati all’estate.

Iniziamo con il gossip Jill: hai deciso di sposarti?

Sì, questo è il mio secondo matrimonio, ma sono un inguaribile romantica e ci riprovo.

Lui chi è?

Si chiama Alessandro Carbone e fa il cacciatore di tendenze, in inglese si chiama Cool Hunter. In pratica lui si occupa di consigliare e scegliere mode e tendenze da seguire per diversi clienti, negozi, cinema, grandi aziende, ecc.

Insomma dovremmo abituarci ad una nuova Jill pacata e tranquilla, e dire addio a quella vulcanica?

Quello mai!  Anzi, avere la forza del mio compagno accanto mi rende più forte ed esplosiva. Una donna ha bisogno di un uomo vicino per poter fare la femmina.

Sono 6 anni che il mio ex non mi aiuta nel mantenimento di nostra figlia, e la legge non ha fatto niente per risolvere la situazione. Sono davvero molto delusaSono oltre vent’anni che dedichi la tua vita al fitness e al benessere. Come hai iniziato?

Vengo da una famiglia di sportivi. Sono la più piccola di 4 fratelli. Le mie sorelle erano bravissime nella pallavolo e nell’atletica leggera, mio fratello invece era fortissimo nel football americano. Mia madre è cresciuta con il mito di Jane Fonda. Ci svegliava alle 6 del mattino per farci allenare tutti insieme… un incubo!  Ma mi è rimasto impresso a tal punto da diventare il mio core business.

Qual è il segreto per mantenersi in forma?

Pensare che se il fisico è allenato e nutrito bene, il viaggio sulla terra sarà molto più piacevole. Un corpo fuori forma è privo di energia ed allegria. Tutto qui. Non c’è crema, pillola o bisturi che tenga. Se non fai sport invecchi male!  Nel momento stesso in cui tenti di essere perfetto, hai già perso di vista il raggiungimento del benessere. Wellness vuol dire stare bene dentro e fuori.  Accettarsi  con un pizzico di ironia è il miglior segreto per vivere bene il rapporto con il proprio corpo.

Molti ragazzi, per migliorare il proprio corpo, usano metabolizzanti con gravi coneguenze sulla salute…

Le cure veloci possono funzionare nel breve tempo, ma certo non ti regalano salute e energia da vendere.  Ripeto, il mio concetto di fitness risponde ad una totale sensazione di benessere: energia, leggerezza, gioia. Le migliorie del fisico sono solo una piacevole conseguenza. Qualunque farmaco ti appesantisce, non ti fa sentire bene e può provocare anche diversi problemi, tipo l’ impotenza!

Tu al contrario hai presentato alla stampa, proprio qualche giorno fa,  il tuo The Program, tecnica basata su movimenti semplici ma efficaci. Ce ne parli un po’ meglio? Cosa è The Program?

The Program è un percorso dettagliato da seguire per trenta giorni, creato per tutte quelle persone che hanno un pessimo rapporto con il proprio corpo e che sono in costante lotta con il loro peso. Lo scopo è creare in loro una forma mentis basata su un coretto stile di vita. Non si può migliorare la propria forma fisica allenandosi contro voglia e senza il giusto spirito. Fare sport deve diventare una necessità. Per tutti coloro che volessero saperne di più possono fare riferimento al libro ed ai due dvd di The Program, che offrono suggerimenti e tante idee semplici da mettere in pratica tutti i giorni.

È più facile scrivere di benessere, o parlarne attraverso il linguaggio del corpo?

Sono entrambi importanti per capire la mia logica, perché do molto importanza, oltre che al corpo, all’anima ed allo spirito. Il corpo riflette il mondo interno. Se il tuo "io" dentro non è sereno e sicuro, il corpo non potrà mai essere al suo massimo. Il linguaggio del corpo è per me di fondamentale importanza, quasi viscerale, ma allo stesso tempo amo anche fare un discorso.

Puoi dare qualche consiglio ai nostri lettori che, come ben sai, sono sempre molto attenti alla cura del corpo?

Prendersi meno sul serio. La vita è un percorso, non una meta singolare. Se oggi non ti senti in forma, sappi che puoi agire subito per cambiare la situazione. Metti un paio di scarpe e vai a correre fuori al tramonto. Compra un elastico e tienilo sempre con te così, anche se non hai tempo, puoi comunque fare qualcosa. Ma non aspettare la perfezione che, a volte, può essere deludente. Pensa che puoi avere il controllo sul tuo corpo e sulla tua anima, ma agisci da subito. In qualunque momento puoi migliorare la tua salute, scegliendo un giusto allenamento ed una corretta alimentazione.

Questa estate andrà di moda il super-palestrato o il fisico tonico ed asciutto?

Secondo me il super palestrato non è mai andato davvero di moda, meglio essere tonici ed asciutti ma sorridenti,senza farsi consumare e stancare troppo dall’allenamento.

A proposito, sono sempre molto carini i ragazzi delle tue televendite!! Li scegli tu?

Sì, spesso sono scelti da me! Anche l’occhio vuole la sua parte, no?  Ho buon gusto o no?

E tra tanti muscoli c’è qualche speranza per i nostri lettori? C’è qualche ragazzo gay?

Assolutamente sì! Ma per correttezza non posso fare nomi.

Dopo un divorzio che idea ti sei fatta di una legge che tuteli le coppie di fatto?

Penso che due persone che stanno insieme conoscono quanto profondo ed eterno sia il loro amore. Dopo il mio divorzio, posso garantire che la legge ha fatto solo una gran confusione, e neanche l’ombra lontana di tutela. Sono 6 anni che il mio ex non mi aiuta nel mantenimento di nostra figlia, e la legge non ha fatto niente per risolvere la situazione. Sono davvero molto delusa.

di Michele Sabia

Storie

Bullismo omofobo in Trentino: dagli insulti alle botte

Una violenza inaudita contro il ragazzo 15enne.

di Alessandro Bovo