LA FESTA IN ROSA

Matrimonio…gay? Mah. Tanti Vip al party di Good as you. I conduttori arrivano in limousine rosa. C’era pure Gianluca Grignani che alla dichiarazione d’amore di un ragazzo ha risposto: chissenefrega.

ROMA. Eravamo veramente tanti ieri sera! Dove? ma alla festa organizzata in occasione della tanto annunciata prima puntata del nuovo programma tv gay Good as You. Un party organizzato all’Akab di Roma (locale già noto per le divertenti feste gay del sabato sera organizzate da Gorgeous gay!) al quale non ha voluto mancare praticamente nessuno.

L’inizio della festa è stato segnato dall’arrivo dei quattro felicissimi quanto sbalorditi conduttori a bordo di una limousine rosa (che colore molto etero!) che ricordava molto una visita ufficiale di Evita Peron. Tutti gli invitati felicissimi (si beveva gratis!) a regalare complimenti e sorrisi a destra e a sinistra. Flashes di fotografi, telecamere impazzite, insomma un party alla moda in piena regola. Solo che a questo, la stragrande maggioranze degli invitati era gay! Si, lo so… cosa vorreste dire…che ad ogni party che si rispetti la stragrande maggioranza degli invitati è gay. E’ vero, ma qui erano tutti (o quasi) in "veste ufficiale". A parte i più conosciuti Franco Grillini, Imma Battaglia, Vladimir Luxuria, Vanni Piccolo (ex consigliere di Rutelli per la comunità gay), Massimo Mazzotta (presidente del circolo Mario Mieli), Fabio Croce (editore gay), Daniele Scalise (curatore della rubrica gay su L’espresso) c’erano anche tantissimi altri personaggi della cultura, dell’imprenditoria (persino il Direttore delle relazioni esterne di Telepiù con il fidanzato…) e dello spettacolo gay e non! Unico pesce fuor d’acqua ho notato un Gianluca Grignani che se ne è andato quasi subito salutando con un "e chi se ne frega" un ragazzo che lo aveva fermato confessandogli il suo amore… mah… vai a fare un complimento…

Ti suggeriamo anche  Grande Fratello Vip, Malgioglio bacia in bocca Flaherty: "Basta polemiche"

A metà serata la celebrazione di questo… matrimonio gay. Dunque… sicuramente una cosa ironica… un matrimonio tra due drag queen (impensabile sessualmente nella realtà!!!)… ma se le tante foto scattate capitano nelle mani sbagliate, anni e anni di politically correct e di "vedete: i gay sono persone come voi…" vanno a farsi fottere! Ho visto Franco Grillini un pò turbato durante questa "celebrazione", comunque divertente. La cosa invece molto carina era il clima che si respirava: molto rilassato. Non ho visto nessuno che se la tirava particolarmente. Tutti erano li veramente per festeggiare una novità. Magari nessuno ancora ha visto il programma che festeggiavamo, ma poco importa, a parte al produttore, era un evento comunque! Devo dire che i gay possono esserre accusati di tutto ma non di avere cattivo gusto, le feste le sanno organizzare quando s’impegnano! E’ proprio il caso di parafrasare una nota pubblicità pubblicitàdere: No gays? No Party!!

di Fabio Canino