Lina: “Sono una donna con le palle”

di

Travolta dalla vicenda che l'ha vista protagonista insieme a Roberto, la dottoressa napoletana si dice convinta di avere trasmesso la sua vera personalità: "Sono una che ragiona col...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2118 0

Un fiume in piena di parole e di emozioni: questo è Lina durante la nostra intervista. Racconta del suo rapporto con Roberto, che definisce un ottimo giocatore, e di sé dice: ‘sono una donna che ragiona con il cuore’. Non vuole nemmeno sentire parlare della probabile sospensione dall’Ordine dei medici, perché dice: ‘al Grande Fratello mi sono messa in discussione come donna e non come professionista ’

Subito dopo la tua uscita dalla casa hai avuto modo di confrontarti direttamente con Roberto. Cosa hai provato?Una sensazione davvero non commentabile. Non ho detto molto durante il nostro confronto, perché le immagini parlavano da sole, ed anche il suo voler legittimare e giustificare a tutti i costi alcuni suoi atteggiamenti. Nonostante tutto ho provato emozioni forti nel rivederlo, anche se tra i due io sono quella che ci ha rimesso davvero tanto.

Vorrei fare un salto indietro nel tempo, tornando ai primi vostri sguardi ed avvicinamenti nella casa. Cosa ti ha colpito di Roberto?A me piacciono le persone intelligenti e che sanno quello che dicono. Io dò sempre per scontato che la gente sia autentica in quello che dice, anche se a volte Roberto si è gonfiato per come si è raccontato. Ma lui è anche quello che si è commosso diverse volte, e penso che la sua forza stia anche un po’ nella sua sensibilità. 

Secondo te Roberto è  più furbo o più ingenuo?

A volte è più debole di quello che vuol far credere, ma è anche un abilissimo giocatore. Ma ad un certo punto questo gioco gli si è rivoltato contro, e lui questo non lo aveva previsto.

Nel salotto di Buona Domenica, Roberto ha avuto modo di confrontarsi con tua madre, ed ha dichiarato nell’intervista rilasciata a Gay.it che tua madre, in quell’occasione, ha avuto un comportamento esagerato.

Roberto non deve proprio permettersi di criticare l’atteggiamento di mia madre. Lei è una grande donna, con una forza immensa. Mi ha sempre sostenuta, e lo ha fatto anche in questa occasione. Io e mia madre siamo due donne con le palle. Il mio coraggio l’ho preso da lei.

Roberto ha anche sostenuto di non sentirsi responsabile per la vicenda della tua potenziale sospensione dall’Ordine dei medici, anche perché ha detto che l’ordine non avrebbe già visto di buon occhio la tua partecipazione al Grande Fratello. Cosa ne pensi?

Penso che è facile fuggire le proprie responsabilità, ma non voglio commentare oltremodo. Per quel che riguarda l’Ordine dei medici ribadisco che, entrando nella casa del Grande Fratello, mi sono messa in discussione come donna e persona, non come professionista. Sulla passione e la dedizione per il mio lavoro non ho dubbi e non voglio che nessuno le metta in dubbio.

Ti sei sentita difesa ed appoggiata dalla categoria dei medici?

Moltissimo. Aldilà di tutto, tantissimo medici, giovani e non, mi hanno sostenuto e si sono schierati dalla mia parte, perché non credo sia giusto punire professionalmente qualcuno per atteggiamenti che fanno parte della propria vita privata. In quello che ho fatto non trovo nulla di sbagliato. Io sono una donna che si lascia trasportare dalle emozioni e che ragiona con il cuore, non penso mai alle conseguenze. Ma sono sicura che con l’appoggio della gente che mi vuole bene, ed in primis di mia madre e della mia famiglia, tutto finirà per il meglio.

In tua difesa è intervenuto addirittura Adriano Celentano con un collegamento telefonico durante l’Arena di Giletti.

Me lo hanno detto. L’intervento di un grande personaggio come Celentano mi inorgoglisce, soprattutto considerando che lui non va quasi mai ospite in trasmissioni televisive. Se Celentano ha deciso di dire la sua e prendere le mie difese, mi viene da pensare che forse tutto ciò che si è costruito su questo episodio è ingiusto ed esagerato. In ogni caso colgo l’occasione per ringraziarlo infinitamente per avermi difesa.

Il cummenda ha definito quell’episodio di intimità tra di voi come un ‘preliminare adolescenziale’. E tu?

In effetti non c’è stato nulla di così intimo. E’ stato per l’appunto solo un avvicinamento, ma ciò che posso dire è che io c’ho messo il cuore.

Il rapporto con la gente dopo la tua uscita?

Di grande affetto, amore, di grande appoggio morale. Ho sentito davvero che il pubblico si è schierato dalla mia parte, ed ha capito quanto onesta sono stata sin dall’inizio. Io non so fingere, e questo alla gente a casa è arrivata.

Infatti il pubblico ti ha appoggiata, però ha anche voluto la tua eliminazione. Perché secondo te?

Questo me lo sono chiesto anche io. E’ una domanda a cui ancora non ho avuto risposta, ma sto cercando una spiegazione.

Non ti aspettavi dunque di uscire?No, sono sincera. Avrei voluto arrivare fino in fondo.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...