Luca esasperato: “Non sono gay, denuncio tutti”

di

Dopo l'ennesima battuta di altri inquilini della casa del Grande Fratello, Di Tolla scoppia a piangere e chiede tutela legale. E poi si chiede: "Che fine ha fatto...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1909 0

Da quando è esplosa la questione sulla presunta omosessualità di Luca di Tolla, concorrente dell’ultima edizione del GF del quale si è detto avesse avuto una storia con il ballerino Valerio Pino, gli altri concorrenti sembra non perdano occasione per fare allusioni alla cosa, nonostante le smentite di Luca e dello stesso Valerio Pino.

L’ultima, accesa, discussione in merito c’è stata qualche giorno fa quando Ilenia ha ironizzato sul fatto che Luca si fosse messo a cantare usando una banana come microfono. Il salernitano ha visto in questo ancora un’allusione alla sua presunta omosessualità e la cosa è degenerata fino a quando Luca, rifugiatosi in camera da letto, è scoppiato a piangere sfogandosi con Armando.

"Io devo diffidare queste persone a livello legale, queste sono ingiurie – ha urlato in preda ad una crisi di nervi Luca -. Io ho una reputazione. […] Ne va della mia dignità, della mia famiglia, della mia reputazione. Le faccio un c… così. Mi sono rotto i c… Con sto fatto gay/non gay. Parlo per c… miei, canto, sono sereno e devo sentire quelli che dicono: uh usa la banana come microfono. Io mi sono rotto il c… C’ho una reputazione, io voglio sapere se un legale mi può tutelare qui dentro perché sono tre mesi che va avanti sta barzelletta. Non ce la faccio più, la famiglia mia non so che pensa. L’unico stronzo che a Natale non ha visto una mamma, un padre, un fratello sono io".

Armando ha tentato di rasserenarlo e di farlo ragionare, ma tra le ipotesi c’è anche quella che Luca lasci il reality, cosa che ha già provato a fare altre volte salvo poi farsi convincere dalla produzione a rimanere.

Per quanto riguarda la denuncia contro gli altri concorrenti si aspetta di vedere se il Gf risponderà in qualche modo, magari durante la puntata di questa sera, ma una ormai nota sentenza della Cassazione aveva stabilito tempo fa che le offese arrecate all’interno di un reality non possono considerarsi reato, per la particolare circostanza in cui avvengono. Ammesso, naturalmente, che in questo caso si possa parlare di offese.

Leggi   Harry Styles aiuta una giovane fan a fare coming out con la mamma - video
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...