Maicol e Giorgio: è guerra dei generi

E’ l’ora del chiarimento tra Maicol e Giorgio, che teme di perdere la sua ragazza se i due continuano a coccolarsi. “Quando diventerai donna lei potrebbe rinfacciarmelo”. E scoppia in lacrime.

E’ l’ora dei chiarimenti tra Giorgio e Maicol. Il rapporto tra i due ha preso una piega pericolosa per entrambi. Il ragazzo gay è sempre più innamorato di Giorgio che, dal canto suo, ricambia l’affetto per il ferrarese. Anche troppo a quanto pare, visto che tra i due probabilmente è scappato addirittura un bacio appassionato sotto le lenzuola. Ed ecco quindi la necessità di una resa dei conti, che sembra sia servita, però, solo a peggiorare ulteriormente le cose.

«Io e Giulia siamo lontani – spiega Giorgio a Maicol – Gli atteggiamenti che ho con te possono essere equivocati perché lei non è accanto a me». «Certi atteggiamenti li ho solo con la mia ragazza e potrebbero infastidirla. Sto da Dio quanto ti abbraccio, sto da Dio quando stai vicino a me e io non so lei come la può intendere.»

Maicol dal canto suo, sente di essere stato usato e non sa che pesci prendere per aiutare il ragazzo verso cui sa di provare qualcosa più dell’amicizia. Se è così allontanami», chiede Maicol ma Giorgio continua il tentativo confuso di spiegare la sua posizione: «Dici che sei una donna in un corpo da uomo Quando diventerai donna anche fuori, la mia ragazza potrà rinfacciarmi che ho avuto con te gli stessi atteggiamenti che ho con lei. A quel punto cosa gli dirò?»

Ti suggeriamo anche  Grande Fratello, Vladimir Luxuria commuove i concorrenti: 'ricordo quel giorno che mio padre ...'

«Non dovevo fidarmi. Quello che ci rimette sono io», spiega il ferrarese che però ottiene solo un «egoista» da parte del bel Giorgio. «Ti avevo messo in guardia che poteva nascere una cosa del genere», ribadisce Maicol. Giorgio a questo punto è disperato e si lascia andare ad un pianto ininterrotto. La sua ragazza è fuori dalla casa, non sa se lo sta aspettando e non sa se è arrabbiata perché ha dato troppe attenzioni a un ragazzo che sente di essere una donna.

Freddo e allo stesso tempo deluso, Maicol si giutifica: «Cosa vuoi che ti dica? Dovrei darti una pacca sulla spalla?». Giorgio, annichilito, gli risponde: «Fai quello che vuoi». «Vuoi davvero che faccia quello che mi sento di fare?», insiste Maicol. A Giorgio, annichilito, non rimane che ribadirgli di fare ciò che sente di fare. Il bacio sembra vicino, ma Maicol non se la sente. I due finiscono, ancora una volta, abbracciati teneramente, confusi entrambi da questo rapporto sempre più ambiguo.