MARIANELLA: IO LESBICA? MAI!

di

La cecinese del Grande Fratello cerca di sottrarsi alle domande di Gay.it, e poi si rimangia tutto: "mi sento etero, ho parlato di bisessualità perché ero confusa". Che...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1147 0

Da circa dieci giorni è terminato il Grande Fratello 3. E gli “ospiti” della casa più famosa d’Italia sono diventati dei personaggi – come gli ospiti delle passate edizioni – che bene o male hanno qualcosa da dirci. E hanno anche delle contraddizioni nella “figura” che si sono creati. Così può capitare – ed è capitato – di incontrare lo “sciupafemmine” Pietro Taricone in un locale gay romano in compagnia di un ragazzo e di una ragazza… Ma può anche succedere che alcuni cambino idea su quanto detto o fatto all’interno della casa appena ne sono usciti. Ci è sembrato un po’ questo ciò che è successo a Marianella.
Siamo riusciti ad intervistarla dopo non pochi tentativi per rintracciarla. Sia da parte della produzione di GF3 come anche di Marianella stessa, abbiamo avuto l’impressione che si volesse sfuggire alle domande, o, meglio, di voler nascondere qualcosa.

Dopo aver precisato che non conosce assolutamente gay.it né sa cosa possa essere (ma, come dicevano i latini, excusatio non petita, accusatio manifesta, cioè la giustificazione non richiesta è una palese autoaccusa) Marianella si decide finalmente a rispondere – telegraficamente! – alle nostre domande.
Come stai?
Più o meno bene. Rilassata, ancora con la testa nel pallone per quest’esperienza bella che ho vissuto, ma ancora piena di confusione.
Ti aspettavi che il “momento brutto, brutto, brutto” annunciato da Barbara D’Urso fosse per te e che ti avrebbe portato a concludere l’esperienza nella casa del Grande Fratello?
Si, ero certa che per me fosse finita, me lo sentivo dentro. Pazienza.
Ed eri certa anche che vincesse Floriana?
Certamente! Quella era una certezza che giorno dopo giorno si è fatta strada in me. Speravo che non fosse lei a vincere, il mio cuore voleva un altro, ma ero più che sicura che avesse vinto Floriana.

Quando Barbara D’Urso ti ha chiesto come mai secondo te il 69% degli italiani avesse votato per farti uscire, tu hai detto che probabilmente ciò è dovuto al fatto che hai ammesso la tua bisessualità. Sei ancora di quest’idea? O sei stata eliminata per altri motivi?
Sai, appena uscita dalla casa c’erano delle emozioni contrastanti in me: dispiacere per uscire ma gioia per rivedere parenti, amici, per riacquistare la libertà. Per cui alla domanda di Barbara ho risposto così d’impulso, non lucidamente. Si è trattato della prima risposta che mi è venuta in mente. La vera motivazione per cui sono stata eliminata sinceramente non la so: ci sono simpatie e simpatie. Forse è qui il nocciolo della questione.
Comunque hai detto che riesci a fare sesso sfrenato solo con le donne. Però poi hai Luca, hai il tuo ragazzo con il quale ti lasci e ti metti insieme in continuazione… Tu, cioè, prima di entrare nella casa ti identificavi come lesbica, e poi hai “cambiato idea” con Luca?

Ma no, non mi sono mai sentita lesbica. Io vivo quello che vivo in un’altra dimensione. Sono fatta così. Ma non sono lesbica. C’è il mio ragazzo, c’è stato Luca: mi sento eterosessuale. Nulla di più.
Quindi non sei nemmeno tu “il” gay che la produzione del GF3 all’inizio del programma aveva fatto intendere che ci fosse. Tutti pensavamo a Raffaello. Glielo abbiamo chiesto se fosse lui il gay e lui ha detto no, ma ci ha lasciato capire che forse potevi essere te…
Non ho mai sentito di questa storia che nel cast ci sarebbe dovuto essere un gay! Forse per la prossima edizione, non di certo in questa. Per quel che riguarda Raffaello, poi, lo conoscevo anche prima di entrare nella casa e ti posso assicurare che è etero, che gli piacciono le ragazze.
Ok, allora, non sei lesbica, ti piacciono i ragazzi. Ma saprai della realtà gay/lesbica in Italia. A proposito della comunità GLBT che ne pensi? Consideri importanti le nostre rivendicazioni?

Penso che ognuno dovrebbe essere libero di vivere la propria sessualità, come anche di professare la propria religione ed esprimere le proprie idee politiche. Dovrebbe essere comune e normale il mondo gay, al pari di quello etero. Io sono contro il razzismo, nel senso più ampio del termine. Conosco qualche gay e sinceramente mi sembrano delle persone “normali”, sensibili più della norma.
Che pensi di fare ora? Hai già ricevuto proposte di lavoro?
Tutto e niente. Adoro il teatro, e se potessi andare in quella direzione sarei veramente contenta.
Anche noi auguriamo a Marianella di realizzare i suoi sogni e di essere contenta. Se poi riuscisse a chiarirsi anche le idee non sarebbe certo una cattiva cosa.

Leggi   Franca Leosini: "Io, I gay, la Misseri e le mie Storie Maledette"

di Roberto Russo

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...